PUNTO 3-Governo blocca offerta gruppo Berlusconi per torri Rai

mercoledì 25 febbraio 2015 19:00
 

(riscrive dopo nota governo)

di Massimiliano Di Giorgio e Maria Pia Quaglia

MILANO, 25 febbraio (Reuters) - In meno di 24 ore il governo ha bloccato l'offerta del gruppo televisivo di Silvio Berlusconi per le torri di trasmissione della televisione di Stato.

Ieri sera Ei Towers, controllata al 40% da Mediaset , ha annunciato di voler lanciare un'offerta pubblica di acquisto e scambio volontaria sul 100% del capitale di Rai Way, la società controllata al 65% dalla Rai.

Obiettivo dichiarato di Ei Towers "la creazione di un grande operatore unico nazionale nel settore delle infrastrutture destinate all'ospitalità degli apparati televisivi e radiofonici, in grado di svolgere un ruolo rilevante anche nel settore delle telecomunicazioni" entro la prossima estate.

La mossa solleva subito molte obiezioni nel mondo politico, già scosso dall'offerta di Mondadori, altra azienda di Berlusconi, per il primo dei suoi competitor: la Rcs Libri .

"Prima Mondadori-Rcs, poi Mediaset-Raiway: ora aspetto che il Milan compri l'Inter", scrive in un tweet l'ex leader del partito democratico e ministro dell'Industria Pier Luigi Bersani sottolineando la potenziale violazione della normativa antitrust di queste operazioni.

Altri politici come Vinicio Peluffo, membro democratico della Commissione di Vigilanza Rai, ricordano che al momento della quotazione di Rai Way lo scorso novembre il governo aveva previsto che la Rai restasse azionista con non meno del 51%.

Pochi minuti prima della 18 una nota del ministero dello Sviluppo economico taglia ogni polemica e conferma che la tv pubblica di Stato non scenderà sotto il 51%   Continua...