Grecia, accordo con zona euro su estensione 4 mesi bailout, evitata crisi

sabato 21 febbraio 2015 11:37
 

BRUXELLES, 21 febbraio (Reuters) - I ministri delle Finanze della zona euro hanno raggiunto un accordo di massima per estendere di quattro mesi il programma di bailout per la Grecia, scongiurando un'imminente crisi della liquidità che avrebbe potuto provocare l'uscita di Atene dalla zona euro.

L'accordo, che verrà formalizzato quando i creditori della Grecia saranno soddisfatti della lista di riforme che verrà presentata la prossima settimana, pone fine a settimane di incertezza che duravano da quando è entrato in carica il governo a guida Syriza.

"Quello di questa sera è stato il primo passo nel processo per ricostruire la fiducia", ha detto in conferenza stampa Jeroen Dijsselbloem, presidente dell'Eurogruppo.

L'intesa offre una boccata d'ossigeno al nuovo governo ellenico per cercare di negoziare un accordo sul debito di più lungo raggio con i creditori. Ma costringe anche il neo premier Alexis Tsipras a una notevole retromarcia dal momento che aveva assicurato di cancellare il bailout, porre fine alla collaborazione con la "troika" ed eliminare l'austerity.

La Germania, principale creditore della Grecia, aveva chiesto ad Atene "significativi passi avanti" negli impegni per le riforme prima di accettare un prolungamento dei finanziamenti.

"Governare è un appuntamento con la realtà e spesso la realtà non è piacevole come nei sogni", ha detto il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ai giornalisti, sottolineando che Atene non riceverà altri aiuti fino a quando il programma di bailout non sarà completato con successo.

Il collega ellenico Yanis Varoufakis ha detto che i colloqui hanno dimostrato che le elezioni possono portare il cambiamento in Europa, sottlineando che sono state evitate "misure recessive" e aggiungendo di sperare di poter alzare i salari minimi e reintegrare alcuni lavoratori del pubblico impiego.

Immediatamente dopo l'annuncio l'euro ha rimbalzato nei confronti del dollaro, i mercati azionari hanno registrato guadagni record e i rendimenti dei governativi greci sono scesi.

  Continua...