Mps al galoppo, su max da due mesi, aiutano fattori speculativi

venerdì 20 febbraio 2015 09:50
 

MILANO, 20 febbraio (Reuters) - Avvio di seduta baldanzoso per Montepaschi, in netta controtendenza rispetto a un mercato debole, a chiusura di una settimana vissuta all'insegna degli acquisti.

Attorno alle 9,50, il titolo della banca senese guadagna il 3,05%, 0,5730 euro, dopo aver segnato un massimo di 0,5760 euro, nuovo picco dal 15 dicembre scorso. Volumi intensi: sono passati di mano circa 66 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di circa 150 milioni negli ultimi trenta giorni.

Da notare che Mps si avvia ad archiviare la settimana con un rialzo di oltre il 19%.

Su Mps "stiamo assistendo a un rally che dura da giorni, su volumi consistenti", commenta un trader." Ci sono diversi fattori speculativi che aiutano il titolo. Il fatto che lo Stato entrerà nel capitale, la prospettiva di una bad bank (di cui Mps sarebbe un grande beneficiario), la possibile aggregazione con altri istituti".

Oggi, intervistato da un quotidiano, il numero uno di Axa in Italia ha detto che la compagnia francese è pronta a partecipare all'aumento di capitale di Mps, di cui è azionista con una quota del 3,7%.

Interpellata da Reuters, una portavoce di Axa ha detto: "Vogliamo mantenere una percentuale stabile e costante in Mps e parteciperemo al prossimo aumento di capitale".

"Pensiamo", spiega il trader, "che, come Axa, ci siano anche altri azionisti che non si vogliono diluire, come Btg Pactual e Fintech. Questo potrebbe aiutare l'esecuzione dell'aumento di capitale".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia