February 18, 2015 / 12:47 PM / 2 years ago

Wall Street - Stocks to watch del 18 febbraio

3 IN. DI LETTURA

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - I futures sull'azionario Usa sono poco mossi in attesa di capire se la Grecia raggiungerà un accordo sul debito con i creditori.

Sul fronte macro i primi spunti arriveranno alle 14,30 italiane dai dati di gennaio su licenze edilizie e avvio di nuovi cantieri abitativi (attesi rispettivamente a 1,069 milioni e a 1,070 milioni). Focus poi su prezzi alla produzione (dato finale di gennaio) e produzione industriale (sempre di gennaio): le stime indicano un rimbalzo dello 0,3% congiunturale dopo il calo dello 0,1% del mese precedente.

Gli investitori attendono anche i verbali della riunione di gennaio della Federal Reserve in cerca di indicazioni sulla possibilità che l'istituto centrale cambi il linguaggio del prossimo comunicato di politica monetaria per segnalare un eventuale rialzo dei tassi di interesse.

Intorno alle 13,30 italiane il futures Dow Jones guadagna lo 0,14%, quello sull'S&P 500 cede lo 0,07%, quello sul Nasdaq avanza dello 0,11%.

Ieri l'indice S&P ha chiuso sopra quota 2.100 a un nuovo massimo storico sulla scia di un crescente ottimismo sulla situazione della Grecia.

L'indice ha guadagnato lo 0,16% a 2.100,34 punti, anche il Dow Jones è salito dello 0,16% e il Nasdaq ha segnato un rialzo dello 0,11%.

Sull'obbligazionario i treasuries decennali cedono sono piatti e rendono il 2,145%, i trentennali guadagnano 8/32 con un rendimento al 2,727%.

I titoli in evidenza:

EXXON MOBIL cede oltre il 2% negli scambi premarket dopo che ieri la Berkshire Hathaway di Warren Buffett ha comunicato di aver ceduto un investimento da 3,74 miliardi di dollari nel colosso petrolifero nel contesto del calo dei prezzi delle commodity. Berkshire ha anche annunciato una quota del 5% in DEERE & CO.

HILTON WORLDWIDE HOLDINGS ha annunciato una crescita del 7% dei ricavi trimestrali, sostenuti da un aumento dei viaggi d'affari.

Ha da poco pubblicato i risultati del quarto trimestre anche il gruppo farmaceutico ACTAVIS, con un utile adjusted più forte della attese grazie a una crescita delle vendite in America del Nord.

BANK OF NEW YORK MELLON ha incluso una spesa legale aggiuntiva dopo le imposte di 598 milioni di dollari ai risultati del quarto trimestre, anticipando la risoluzione di questioni legate ai cambi. L'onere abbassa l'utile netto a 209 milioni (18 cent per azione) dagli 807 milioni (70 cent per azione) precedentemente annunciati.

Ricavi e utili trimestrali inferiori alle stime, a causa di un calo delle vendite di orologi e pelletteria in Nord America, affossano il titolo FOSSIL GROUP, che nel pre borsa cede più del 13%.

BANK OF AMERICA ha tagliato del 7% la remunerazione del presidente e AD Brian Moynihan nel 2014, ha riferito ieri una fonte, dopo che l'utile annuo della banca è sceso del 58% a causa di spese legali legate a contenziosi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below