Risparmio gestito, in 2014 raccolti oltre 130 mld - Assogestioni

mercoledì 18 febbraio 2015 11:34
 

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - Al traino dei fondi, supera i 130 miliardi la raccolta del sistema del risparmio gestito nel 2014, il doppio rispetto agli afflussi del 2013 con un patrimonio che sale a 1.584.560 milioni da 1.332.436 milioni di dicembre 2013.

Secondo i dati della mappa trimestrale a cura di Assogestioni, che fornisce una fotografia più dettagliata e completa rispetto ai dati di natura preliminare della mappa mensile, il saldo del sistema si attesta con esattezza a 133,751 miliardi con le gestioni collettive che hanno incassato 92,4 miliardi (46,6 miliardi nel 2013), più del doppio di quelle di portafoglio (41,35 miliardi da 15,9 miliardi nel 2013)

Sul fronte gestioni di portafoglio, dove la raccolta è ricondubile ancora in maniera preponderante a gruppi italiani, più di metà della raccolta è intercettata dalle gestioni di prodotti assicurativi (25,26 miliardi).

La parte del leone sui fondi l'hanno fatta anche l'anno scorso i flessibili, con afflussi per 42,3 miliardi. Alle spalle, raccolgono 31,57 miliardi gli obbligazionari che hanno visto più gettonate le categorie "altre specializzazioni", cioè con una politica di investimento non rappresentata in altre categorie obbligazionarie (quasi 8 miliardi di raccolta promossa) e "misti", che possono detenere fino al 20% del portafoglio in azioni. Accelerano nel quarto trimestre le sottoscrizioni anche dei fondi che investono in governativi di medio e lungo periodo, totalizzando sull'anno 4,67 miliardi circa. Vicini ai due miliardi nel 2014 i flussi diretti verso gli emittenti societari con merito di credito "investment grade" sia in euro che in dollari; il debito dei paesi emergenti vede arrivare flussi per 1,73 miliardi e i corporate "high yield" - cioè con rating non "investment grade" - per 1,56 miliardi.

I bilanciati (11,4 miliardi) raccolgono meno della metà degli obbligazionari e gli azionari (7,6 miliardi) circa un quarto, con una netta predilezione per gli investimenti nelle borse europee (2,5 miliardi di raccolta promossa), seguiti dagli azionari "altre specializzazioni" (1,8 miliardi). Primo anno positivo per gli hedge (+754 milioni) dalla débacle per la categoria seguita alla crisi finanziaria; i riscatti, come prevedibile con tassi di interesse sui minimi storici, si concentrano sui monetari (-2,4 miliardi).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia