BORSE EUROPA - Indici in calo dopo mancato accordo su debito Grecia

martedì 17 febbraio 2015 10:56
 

INDICI                           ORE 10,40   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3412,28     -0,61    3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1498,59     -0,23    1368,52
 STOXX BANCHE                     198,22      -0,27    188,77
 STOXX OIL&GAS                    314,61      0,13     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              274,74      -0,43    250,55
 STOXX AUTO                       599,65      -0,4     501,31
 STOXX TLC                        357,07      -0,39    320,05
 STOXX TECH                       335,39      -0,76    312,18
 
    
    PARIGI, 17 febbraio (Reuters) - I mercati azionari europei sono in ribasso
in mattinata, dopo il mancato accordo tra i ministri delle Finanze
dell'Eurogruppo e la Grecia che getta ombre sul futuro di Atene nell'euro.
     Alle 10,40 italiane circa l'indice FTSEurofirst 300 cede lo 0,23%
a 1498,59 punti. La borsa greca alla stessa ora cede il 2,5%. L'indice
del comparto bancario europeo, molto esposto sul debito greco, perde lo 0,27%.
     Tra le altre piazze nazionali, il britannico FTSE 100 è l'unico a
avere segno più con un progresso dello 0,12%. Il francese CAC 40 segna
meno 0,55%, il DAX tedesco -0,63%.
    A mercati chiusi, ieri, Atene ha respinto la proposta di richiedere
un'estensione per sei mesi del bailout internazionale, definendola
"inaccettabile". Il ministro delle Finanze olandese, Jeroen Dijsselbloem,
presidente dell'Eurogruppo, ha detto che la Grecia ha tempo fino a venerdì
prossimo per chiedere tale prolungamento, altrimenti il bailout scadrà a fine
mese. 
    "E' un grosso rischio e la pressione è immensa", ha detto Joost Van
Leenders, cao economista  di Bnp Paribas Investment Partners. "Le parti devono
muoversi, ma gli spazi di manovra sono davvero esigui".
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    Il produttore danese di gioielli Pandora sale del 15% dopo aver
riportato profitti oltre le attese nel quarto trimestre e annunciato un
progresso nei margini operativi.
    La tlc francese Orange perde l'1,62% dopo aver dichiarato che i
suoi profitti scenderanno leggermente quest'anno a causa della forte concorrenza
sul mercato interno.
    Caixabank lascia sul terreno quasi il 2% dopo aver annunciato il
takeover della portoghese Banco BPI. La banca spagnola offre più di un
miliardo di euro per il 55,9% dell'istituto, il cui titolo schizza in rialzo del
26,6%.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia