Borsa Milano stabile in attesa Eurogruppo, bene Mps, scende Mediaset

lunedì 16 febbraio 2015 13:04
 

MILANO, 13 febbraio (Reuters) - Piazza Affari prosegue poco mossa e con scarsi volumi una seduta cauta in attesa della riunione dei ministri delle Finanze della zona euro sulla questione del debito greco.

Sull'esito del meeting, in programma oggi a Bruxelles, si addensano molte incertezze e il mercato non si aspetta che si arrivi ad un accordo; ma il tema resta al centro dell'interesse degli investitori.

"Le borse sono in standby in attesa di notizie dal Bruxelles", dice un trader che ricorda anche la chiusura di Wall Street oggi per la festività del President's day e dunque le attese di una bassa volatilità per il resto della seduta.

Sul fronte geopolitico il mercato guarda alla fragile tregua in Ucraina e, con maggiore apprensione, alla situazione in Libia, dove crescono le violenze dopo l'avanzata dell'Isis.

Intorno alle 13,00 l'indice FTSE Mib sale dello 0,18%, l'Allshare dello 0,22%. In Europa il benchmark FTSEurofirst 300 arretra di un frazionale 0,07%.

Volumi per poco oltre un miliardo di euro.

Poco mosso anche il futures sul FTSE Mib, in range tra la resistenza di 21.300 e il supporto di 21.080 punti.

Sul listino milanese dopo la pausa di venerdì, riprende a salire MPS, in rialzo dal 4% sostenuta dalle crescenti speculazioni attorno alle ipotesi di M&A. Generalmente positivi ma senza particolari spunti il resto dei bancari con i broker che affinano le stime sui titoli del settore alla luce dell'ultima trimestrale.

I fari degli investitori sono sempre puntati sulle popolari in vista del consolidamento che gli analisti ritengono inevitabile. Tra i soggetti più citati dal mercato BANCO POPOLARE sale dell'1,5%, POP MILANO dell'1,4% e UBI dell'1%.   Continua...