Borsa Milano chiude positiva con Europa dopo pil zona euro, giù Mediaset

venerdì 13 febbraio 2015 17:52
 

MILANO, 13 febbraio (Reuters) - Piazza Affari chiude positiva in linea con l'Europa aiutata dal dato sul pil della zona euro migliore delle attese e dalla tregua in Ucraina.

Per ciò che riguarda la Grecia inoltre, "dopo un'iniziale freddezza sembra che si siano create le premesse per una fase effettiva di compromesso che potrebbe essere raggiunto già al prossimo incontro dei ministri delle Finanze in calendario il 16 febbraio", si legge nella morning call di Bnl.

L'indice FTSE Mib sale dello 0,96%, l'Allshare dello 0,84%. Volumi per 3,62 miliardi di euro.

MEDIASET cede oltre il 6,5% dopo il collocamento a sorpresa da parte di Fininvest del 7,79%. "Le ragioni del placement non paiono chiare, alla luce del momentum positivo dell'advertising market, a meno di considerazioni politiche, potenzialmente negative per Mediaset", scrive Micaela Ferruta, analista di Intermonte nella morning call odierna.

Miste le banche: dopo l'iniziale euforia girano in negativo le popolari, con l'eccezione di UBI BANCA, e MONTE PASCHI, quest'ultima dopo il balzo a due cifre di ieri. Brillano le due maggiori: UNICREDIT recupera il terreno perso dopo l'annuncio della trimestrale, mentre INTESA SANPAOLO beneficia della positiva accoglienza al roadshow del Ceo Carlo Messina seguito all'annuncio dei conti 2014. Gli analisti apprezzano tra le altre cose la solidità patrimoniale dell'istituto: "per raggiungere lo stesso capitale di Intesa la media delle banche Ue impiegherà tre anni nelle nostre stime", scrive Alberto Cordara di BofA Merrill Lynch. Lo stoxx europeo del settore sale del 2,17%.

Spicca il balzo di ENI in linea con il settore europeo e in concomitanza con il recupero dei corsi del greggio.

Bene PIRELLI dopo i conti 2014: gli analisti apprezzano l'indebitamento netto sotto le attese.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...