Fastweb, fttc ideale per obiettivi agenda digitale Italia - AD

giovedì 12 febbraio 2015 15:40
 

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Per raggiungere gli obiettivi dell'agenda digitale europea l'Italia ha bisogno di un uso limitato della tecnologia fiber to the home (ftth) e più esteso del fiber to the cabinet (fttc), che ha costi minori e può arrivare alla capacità richiesta.

Lo ha detto durante una conferenza stampa, Alberto Calcagno, AD di Fastweb, gruppo Swisscom.

Attualmente le società che investono di più in fibra ottica in Italia, quasi esclusivamente in modalità fttc, sono Fastweb e Telecom Italia.

L'ex incumbent potrebbe entrare nel capitale di Metroweb attraverso un aumento riservato, a fianco degli attuali azionisti Fondo Strategico Italiano, F2i, oltre a Fastweb, al fine di rilanciare la banda ultralarga.

Se l'operazione venisse realizzata, Metroweb, che punta sulla tecnologia ftth, finirebbe per accelerare sugli investimenti acquistando respiro nazionale.

Il ftth punta a portare la fibra ottica direttamente nell'appartamento, il fttc all'armadio, che in Italia, ha spiegato Calcagno, dista in media 250 metri dall'edificio.

A causa della distanza ridotta tra armadio e abitazione, la tecnologia fttc è particolarmente efficiente e Fastweb è in grado di offrire, in modalità fttc, da 100 a 200 mega all'80% dei clienti e fino a 500 mega per il 20%, ha spiegato Calcagno.

Gli investimenti necessari sono molto più ridotti: 3,5 miliardi per il fttc, di cui la metà sono stati già spesi da Telecom Italia e Fastweb e 11 miliardi per il ftth, ha aggiunto.

Calcagno ha sottolineato più volte che "gli obiettivi di Fastweb sono assolutamente in linea con quelli del governo, cioè soddisfare le richieste europee in termini di copertura. Siamo a favore della competizione infrastrutturale".   Continua...