Mps, Tesoro avrà azioni in pagamento cedola Monti bond 2014- fonte Tesoro

giovedì 12 febbraio 2015 13:57
 

ROMA, 12 febbraio (Reuters) - Il ministero dell'Economia entrerà nel capitale della banca Mps per effetto del contratto sui Monti bond che prevede il pagamento in azioni quando la banca chiude in perdita come avvenuto nel 2014.

Lo ha detto a Reuters una fonte del Tesoro che ha ricordato i termini del regolamento dell'emissione dei cosiddetti Monti Bond.

"Il contratto lo prevede in caso di perdita", ha detto la fonte, specificando che questo riguarda il pagamento della cedola che avverrà a luglio 2015 e che riguarda i 243 milioni di interessi maturati sul 2014.

Secondo stime di mercato, sulla base della capitalizzazione attuale il Tesoro avrebbe un 10% circa, mentre post aumento di capitale da 3 miliardi, che la banca farà entro il secondo trimestre, questa quota potrebbe diluirsi attorno al 5%.

Lo scorso anno Mps aveva potuto godere della clausola del contratto che prevedeva la facoltà che la banca scegliesse di pagare la cedola, anche in caso di perdita di esercizio, non in azioni ma attraverso l'emissione di nuovi Monti bond poi ripagati al Tesoro con l'aumento da 5 miliardi fatto lo scorso anno.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia