Borsa Milano brillante su Svezia e Ucraina-Russia, bene banche e Fca

giovedì 12 febbraio 2015 12:08
 

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Piazza Affari in deciso rialzo al termine di una prima parte di seduta segnata dalla mossa espansiva della banca centrale svedese e dalla reazione degli investitori ai risultati delle banche italiane.

La banca centrale di Stoccolma ha tagliato il tasso sui repo, il saggio principale, portandolo a -0,10% da zero, e ha annunciato un programma di acquisto di titoli di Stato per 10 miliardi di corone.

Mercati scossi positivamente anche dall'annuncio del presidente russo, Vladimir Putin, di un cessate-il-fuoco nell'Ucraina orientale.

Sullo sfondo le trattative tra Ue e Grecia.

Attorno alle ore 12, l'indice FTSE Mib guadagna il 2,2% circa e si porta sopra quota 21.000 punti, toccata brevemente tra il 3 e il 4 febbraio, ma, di fatto, inviolata dal 19 settembre scorso; l'AllShare avanza del 2,1% circa e il Mid Cap dell'1,4% circa.

Volumi piuttosto elevati, per un controvalore di circa 1,7 miliardi di euro di euro.

I futures sugli indici di Wall Street fanno pensare a un avvio di seduta positivo.

Obbligazionario Usa in netto calo: il benchmark decennale scende di 17/32 e rende il 2,04%.

  Continua...