Icbpi, manifestazioni interesse fondi la valorizzano 1,9-2,4 mld euro - Fiordi

giovedì 12 febbraio 2015 10:46
 

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Le manifestazioni di interesse giunte ad oggi da parte di alcuni fondi di private equity per rilevare Icbpi valorizzano il 100% dell'istituto specializzato nei sistemi di pagamento in un range tra 1,9 e 2,4 miliardi di euro.

Lo ha detto Miro Fiordi, AD di Credito Valtellinese, tra i principali azionisti dell'istituto centrale delle banche popolari con una quota del 20,4%.

"Negli ultimi due mesi abbiamo registrato una serie di manifestazioni di interesse da parte di fondi di private equity su Icbpi che hanno portato ad una prima valutazione del 100% della società in un range tra 1,9 e 2,4 miliardi", ha detto Fiordi.

L'AD ha specificato che si tratta di valori derivanti da manifestazioni di interesse, oggetto di approfondimento da parte delle banche azioniste di Icbpi con l'aiuto degli advisor e non ancora offerte vincolanti.

"E' prematuro dire che abbiamo già deciso di vendere, abbiamo deciso di approfondire queste manifestazioni di interesse", ha precisato Fiordi ricordando che la partecipazione in Icbpi offre un buon livello di redditività con un ritorno dell'investimento di oltre il 10%.

Un'eventuale vendita della quota Icbpi ai valori indicati comporterebbe comunque una "plusvalenza significativa" in termini di rafforzamento dei coefficienti patrimoniali, ha aggiunto Fiordi.

A fine 2014 la quota del 20,4% in Icbpi ha una valorizzazione per Creval di 189,7 milioni di euro circa.

(Andrea Mandalà)   Continua...