Pop Milano, significative sinergie con M&A tra popolari ma nessun dossier aperto - AD

martedì 10 febbraio 2015 20:02
 

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - La trasformazione in Spa della principali banche potrebbe accelerare il consolidamento bancario generando significative sinergie ma Pop Milano non sta al momento approfondendo alcun dossier specifico sul tema.

Lo ha detto l'AD Giuseppe Castagna, nel corso della conference call sui risultati dell'esrecizio 2014.

"Oggi come oggi si si tratta di un'analisi molto a 'volo di uccello', non stiamo approfondendo su nessuna banca", ha risposto Castagna ad un analista che chiedeva un commento sulle sinergie possibili in caso di fusoni nel settore delle popolari, trasformate in Spa.

"Ritengo che si possano trovare molte sinergie. Se, stand-alone siamo stati in grado di ridurre del 7% i costi, immagino che mettendo insieme due o più popolari si possano fare consistenti sinergie", ha aggiunto l'AD.

Quanto alla creazione di una bad bank di sistema per gestire le sofferenze bancaria Castagna ha detto che la banca vede con interesse il progetto solamente se non ci saranno condizioni penalizzanti e se ci sono prospettive significative di recupero.

"Ad essere sinceri di bad bank non ho visto progetti di nessun tipo, non c'è stata mai fatta una proposta né di sistema né di gruppi di banche o singole banche", ha detto Castagna.

"Oggi che abbiamo un patrimonio eccedente non vediamo come necessario alcun sacrificio in termimi economici".

Secondo l'AD Pop Milano è in grado di gestire in modo autonomo le posizioni in sofferenze più rilevanti mentre per quelle più piccole sta pensando a soluzioni autonome o coinvolgendo altri istituti per singoli progetti specifici.

"Ci stiamo muovendo con esternalizzazioni o con gare per cessioni di asset che ci stanno dando risposte migliori rispetto a qualche mese fa", ha detto l'AD.   Continua...