Moscovici: non c'è piano pronto, Grecia deve chiedere estensione bailout

martedì 10 febbraio 2015 18:53
 

ISTANBUL, 10 febbraio (Reuters) - La Grecia dovrà chiedere un'estensione dell'attuale programma di bailout per darsi il tempo di mettere a punto insieme all'Ue un nuovo accordo, in quanto al momento sul tavolo non c'è alcun piano specifico.

Lo ha detto il commissario europeo agli Affari monetari Pierre Moscovici, spiegando che nella riunione di domani dell'Eurogruppo ci sarà uno scambio di punti di vista tra Grecia e partner europei, ma sottolineando anche che per proseguire la trattativa sarà necessario un accordo sull'estensione del bailout entro il prossimo vertice dell'Eurogruppo, di lunedì 16 febbraio.

"Non c'è nessuno specifico piano sul tavolo. Domani l'Eurogruppo a Bruxelles sarà un'opportunità per la Grecia per presentare i suoi punti di vista" ha affermato Moscovici a margine a margine del vertice del G20 finanziario a Istanbul. "Sarà inoltre un'occasione per (il ministro delle Finanze greco) per vedere come i ministri della zona euro reagiranno".

Nello spiegare che il vertice di lunedì prossimo sarà decisivo, Moscovici ha affermato che "la Grecia sa che il programma (di bailout) è il nostro punto di riferimento e il nostro schema. Dobbiamo vedere che tipo di soluzione possiamo decidere all'interno di questo schema, non fuori da esso".

"Occorrerà ampio pragmatismo e molta buona volontà da parte di tutti" ha concluso l'eurocommissario.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia