PUNTO 2-Tesoro: in 13 derivati ci sono clausole chiusura anticipata

martedì 10 febbraio 2015 18:00
 

* Maria Cannata: Una clausola può scattare già nel 2015

* L'operazione con Morgan Stanley era "unica nel suo genere"

* Il Tesoro ha emesso 163 mld in derivati (Aggiunge dichiarazioni Cannata in coda)

di Giuseppe Fonte

ROMA, 10 febbraio (Reuters) - In tredici contratti derivati stipulati dal ministero dell'Economia "sono presenti clausole di risoluzione anticipata legata al valore di mercato" e in uno di questi la clausola può essere esercitata nel 2015.

Lo dice la responsabile del debito pubblico, Maria Cannata, aggiungendo che la Repubblica italiana ha derivati in essere per circa 163 miliardi.

I derivati di Stato alimentano da anni polemiche e sospetti. L'episodio più discusso risale a gennaio 2012, quando il Tesoro ha versato a Morgan Stanley 2,6 miliardi di euro in conseguenza di una clausola di 'Additional termination event' presente in alcuni contratti.

La Cannata dice che quella clausola era "unica nel suo genere" e il Tesoro ha negoziato attivamente chiudendo buona parte del portafoglio con Morgan Stanley.

"Anche se l'esborso è stato considerevole, è risultato comunque inferiore a quello che sarebbe stato subendo passivamente l'esercizio della clausola", ha detto la dirigente del Tesoro secondo il testo depositato presso la commissione Finanze della Camera, nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui derivati.   Continua...