PUNTO 1-Hugo Boss, Permira taglia quota, Marzotto entrano direttamente in capitale

martedì 10 febbraio 2015 17:00
 

(riscrive parzialmente con altri dettagli)

di Claudia Cristoferi e Sabina Suzzi

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - La famiglia Marzotto torna ad avere una presenza diretta nel capitale di Hugo Boss rilevando una partecipazione da Permira, che prosegue così il processo di disinvestimento dal gruppo tedesco.

Red&Black, veicolo controllato al 60% dal fondo di private equity e partecipato anche dai Marzotto con il 20% circa, ha venduto tramite un accelerated bookbuilding il 20% di Hugo Boss portando la sua quota al 12%. Permira si trova così con una partecipazione in trasparenza di circa il 7%.

Zignago Holding e Pfc (società che fanno capo rispettivamente ai fratelli Gaetano, Stefano, Nicolò e Luca Marzotto da un lato e allo zio Paolo Marzotto dall'altro) hanno acquistato 5 milioni di azioni Hugo Boss, pari a circa il 7% del capitale. Nella nota non si specifica il valore dell'investimento ma due trader hanno parlato di un collocamento a 102 euro per azione, stesso prezzo con cui è entrato con uno 0,7% anche Tamburi Investment Partners investendo 50 milioni. I Marzotto avrebbero quindi investito oltre 500 milioni di euro mentre Red&Black ne ha incassati circa 1,5 miliardi, di cui il 20% spetterebbe alla famiglia veneta.

Con l'acquisto di oggi i Marzotto si svincolano quindi in parte dalle strategie di Permira, che da mesi sta riducendo la sua partecipazione in Hugo Boss dopo averne preso il controllo proprio dalla famiglia veneta nel 2007.

Il gruppo tessile Marzotto, ancora sotto la guida del conte Pietro, aveva comprato Hugo Boss nel 1991; una decina di anni dopo, nel 2002, aveva rilevato Valentino, sotto cui aveva fatto confluire Boss per poi portarla in borsa nel 2005. Nel 2007 la vendita di entrambe a Permira per oltre 5 miliardi. Valentino è passata nel 2012 sotto il controllo del fondo del Qatar per 700 milioni circa.

Nel 2006 Pfc e Gaetano, Stefano, Nicolò e Luca Marzotto, esponenti della nuova generazione della famiglia, risultavano tra gli azionisti di Valentino e sono rimasti indirettamente in Hugo Boss tramite Red&Black insieme allo zio Paolo. I quattro fratelli sono attualmente alla guida di Zignago Holding, che controlla tra l'altro la quotata Zignago Vetro.

Non è stato possibile al momento contattare i membri della famiglia Marzotto coinvolti per un commento.   Continua...