RPT-BORSE EUROPA - Indici in calo, pesano timori Grecia, netto ribasso Atene

lunedì 9 febbraio 2015 11:54
 

(Riallinea testo)

 INDICI                       ORE 11,30   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3351,98     -1,36    3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1475,96     -0,98    1368,52
 STOXX BANCHE                 190,93      0,27     188,77
 STOXX OIL&GAS                314,15      0,35     284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          274,18      -1,13    250,55
 STOXX AUTO                   582,79      -2,27    501,31
 STOXX TLC                    353,45      -1,35    320,05
 STOXX TECH                   326,73      -1,25    312,18
 PARIGI/LONDRA, 9 febbraio (Reuters) - Il netto calo della borsa
di Atene spinge al ribasso tutta l'Europa oggi, con gli
investitori preoccupati dopo le parole del neo-premier Alexis
Tsipras che ha annunciato lo smantellamento del piano di
austerity e la fine del programma di bailout voluto dall'Ue.
    Nel suo primo discorso in parlamento, ieri, Tsipras si è
posto in rotta di collisione con i partner europei. Venerdì
Standard & Poor's aveva tagliato il rating sul debito sovrano
del Paese mettendo l'esecutivo ulteriormente sotto pressione
nella ricerca di un accordo con i creditori
internazionali. 
    Alle 11,30 italiane l'indice greco ATG cede il 5,2%,
mentre l'indice settoriale dei bancari segna un
ribasso del 9,1%. Banca Nazionale greca, Alpha Bank
 e Banca del Pireo perdono tutte tra il 7 e
il 10%.
    Non ci sono segnali secondo cui i partner europei
demorderanno oppure aumenteranno i loro prestiti per lasciare ad
Atene il tempo di negoziare. Atene è piuttosto sempre più
pressata perché faccia fede ai suoi impegni riguardo alla linea
di credito da 240 miliardi di euro ricevuta da Ue e Fmi.
    "Le possibilità di un compromesso sono minime il che fa
salire il rischio di default per la Grecia e la possibile uscita
dall'euro fra pochi mesi", commenta Markus Huber, senior analyst
di Peregrine & Black.
    Ad appesantire il mood del mercato, anche il peggiorare
delle tensioni in Ucraina e i dati negativi di questa mattina
sulla bilancia commerciale cinese, mentre l'effetto positivo del
QE della Bce comincia a non farsi più sentire.
     Alle 11,30 italiane l'FTSEurofirst 300 cede lo
0,98% a quota 1475,96 dopo aver chiuso sostanzialmente piatto
ieri a 1487,81 punti.
     Cali sostenuti alla stessa ora tra le piazze nazionali, lo
spagnolo Ibex è in ribasso dello 1,79%, l'FTSE 100
 dello 0,61%, il CAC 40 dello 0,77%, mentre il
DAX segna un -1,45%.
    
    Tra gli altri titoli in evidenza oggi:   
    Audi cede quasi il 2% nonostante l'annuncio di
vendite record in gennaio.
    Hsbc perde l'1,6% dopo aver ammesso errori da
parte della controllata svizzera riguardo ad alcune questioni
fiscali.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia