Ternienergia, ricavi oltre 1,2 mld al 2017,possibile M&A G&P anche estero

lunedì 9 febbraio 2015 11:21
 

MILANO, 9 febbraio (Reuters) - TerniEnergia chiude il 2014 con ricavi in crescita intorno a 100 milioni, un utile di 6 milioni circa e un ebitda di 19 milioni con una posizione finanziaria netta in riduzione di circa un terzo intorno a 109 milioni.

E' quanto si legge in un comunicato che annuncia i dettagli del piano industriale al 2017 da parte della società attiva nella produzione di energia da fonte rinnovabile.

Il piano stima una crescita del valore della produzione del 47%, per oltre 1,2 miliardi nel triennio, con obiettivi intermedi pari a 355 milioni nel 2015, 437 milioni nel 2016, 475 milioni nel 2017, con un incremento dei ricavi derivanti dall'attività delle business lines energy saving e cleantech.

L'Ebitda nel periodo del piano si prevede in crescita del 14%, stimato in 23 milioni nel 2015, 28 milioni nel 2016 e 32 milioni nel 2017.

Il comunicato sottolinea che la società sta facendo scouting per l'individuazione di potenziali operazioni di M&A nel settore Gas and power anche a livello internazionale. Previsto il rafforzamento del progranna di acquisto di azioni proprie per dotare la società di un portafoglio azionario da utilizzare come corrispettivo per eventuali operazioni straordinarie.

Confermata una politica di remunerazione degli azionisti anche per il triennio 2015-2017, con la previsione di proposta al Cda di una distribuzione di un massimo del 50% dell'utile.

Il Cda di TerniEnergia ha, inoltre, deciso di sottoporre alla prossima assemblea degli azionisti, che sarà convocata entro marzo, l'adesione alla disciplina del "voto maggiorato" e la conseguente modifica dell'articolo 6 dello Statuto.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia