Unicredit non vede suo ruolo in bad bank sistema- Ghizzoni

sabato 7 febbraio 2015 12:52
 

MILANO, 7 febbraio (Reuters) - L'intervento di sistema per risolvere il problema dei crediti deteriorati, uno degli ostacoli per far crescere la redditività delle banche, non riguarderà Unicredit che non è ne' interessata ne' ritiene sia la destinataria di questa iniziativa che pur valuta importante.

Lo ha detto l'AD di Unicredit Federico Ghizzoni a margine del congresso Assiom Forex.

"E' un intervento di sistema soprattutto indirizzato a banche medio piccole. Noi non siamo interessati e non credo sia indirizzato a noi, ma è un intervento sicuramente necessario", ha detto Ghizzoni spiegando che quella è una strada per consentire di ridurre il costo del credito e pernettere un recupero di redditività.

Piuttosto, tra gli interventi necessari e sempre legati a ridurre lo stock delle sofferenze, Ghizzoni e il direttore generale di Unicredit Roberto Nicastro hanno sottolineato quanto sarebbe importante un intervento legislativo che riduca i tempi di recupero dei crediti.

"In Spagna sono state fatte cose interessanti su questo e parliamo di riforme a costo zero" ha detto Nicastro.

Oggi in Italia i tempi medi di recupero sono superiori a dieci anni contro i circa 3 medi in Europa, hanno ricordato i manager.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Unicredit non vede suo ruolo in bad bank sistema- Ghizzoni | Notizie | Società Estere | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,188.02
    +0.10%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,269.88
    +0.14%
  • Euronext 100
    969.01
    -0.22%