PUNTO 1-Mps, 3 anni e mezzo a Mussari, Vigni e Baldassarri in processo Alexandria

venerdì 31 ottobre 2014 17:49
 

* Per imputati anche 5 anni interdizione e risarcimento Bankitalia

* Difese annunciano ricorso in appello. Procura "soddisfatta"

* Il resto dei filoni inchiesta sono in corso a Milano (aggiorna con dettagli, dichiarazioni avvocati, contesto)

SIENA, 31 ottobre (Reuters) - L'ex presidente di Mps Giuseppe Mussari, l'ex direttore generale Antonio Vigni e l'ex responsabile dell'area finanza Gianluca Baldassarri sono stati condannati dal Tribunale di Siena a tre anni e mezzo di reclusione per ostacolo all'autorità di vigilanza nel processo Alexandria.

La sentenza di primo grado, letta dopo quattro ore di camera di consiglio dal presidente del Tribunale senese Leonardo Grassi, sancisce anche per gli imputati cinque anni di interdizione dai pubblici uffici, oltre al risarcimento, che sarà liquidato in separata sede, alla parte civile, Banca d'Italia.

Tutti e tre erano imputati per ostacolo all'autorità di vigilanza, con l'aggravante del reato commesso da società quotata, in relazione alla ristrutturazione del derivato Alexandria e del suo collegamento con l'operazione Btp 2034, operazioni concluse entrambe con banca Nomura come controparte.

I pm avevano chiesto di condannare Mussari a sette anni di reclusione, Vigni e Baldassarri a sei anni, mentre i difensori, che dopo la lettura della sentenza hanno preannunciato il ricorso in appello, avevano chiesto la piena assoluzione per tutti e tre gli imputati.

DIFESE ANNUNCIANO APPELLO. PROCURA "SODDISFATTA"   Continua...