Mediaset poco mossa dopo apertura ad accordo solo commerciale con Telecom

venerdì 31 ottobre 2014 11:22
 

MILANO, 31 ottobre (Reuters) - Mediaset non reagisce con decisione alle dichiarazioni di Pier Silvio Berlusconi a Bruno Vespa in cui smentisce l'ipotesi di un ingresso nel capitale di Telecom e apre all'ipotesi di un accordo commerciale sulla pay, segno che i due fattori erano sostanzialmente già scontati dal mercato.

Intorno alle 11 il titolo sale dello 0,6% a 2,6 euro (con volumi molto sottili e sotto i massimi di giornata), in un mercato tonico che registra un generale rimbalzo del settore media, particolarmente sotto pressione nelle ultime sedute (Mediaset ha perso quasi il 7% nelle ultime 5 giornate di borsa a fronte del -1,2% dell'indice delle blue chip).

"Un accordo commerciale con Telecom è in linea con le aspettative", dice un trader.

Come riportano alcuni quotidiani, il vicepresidente del Biscione dice nell'ultimo libro di Bruno Vespa che "non c'è nessuna mira da parte nostra sull'azionariato di Telecom", mentre "portiamo avanti un progetto industriale per legare l'abbonamento alla pay Tv ai servizi telefonici", per cui "una partnership con Telecom avrebbe senso".

L'AD di Telecom Marco Patuano ha poi indirettamente confermato dicendo che il gruppo "sta discutendo accordi non in esclusiva che non ci impediscono di di definire collaborazioni anche con altri operatori per assicurare uno sviluppo della Tv on demand attraverso la connettività a banda larga".

Telecom ha un accordo commerciale non esclusivo con Sky che partirà a febbraio 2015.

Secondo Equita un accordo con Telelecom su Mediaset Premium sarebbe positivo perché permetterebbe di contrastare l'offerta Sky Italia e allargare la platea dei clienti potenziali, anche se avrebbe "una portata inferiore rispetto all'ipotesi di conferimento di Mediaset Premium in Telecom Italia" ipotizzata dalla stampa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia