Visco vede rischi concreti deflazione in area euro

venerdì 31 ottobre 2014 11:58
 

ROMA, 31 ottobre (Reuters) - Le condizioni economiche dell'area euro sono tornate a indebolirsi e gli ultimi dati sull'inflazione mostrano che non c'è deflazione ma che esiste "un rischio concreto".

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco alla Giornata mondiale del risparmio.

I timori per il peggioramento della congiuntura mondiale possono far mutare "in maniera repentina" le condizioni favorevoli viste sui mercati finanziari e senza segni concreti di crescita in Italia l'interesse degli investitori potrebbe affievolirsi.

"Non siamo in deflazione, ma non possiamo ignorarne il rischio concreto", ha detto Visco ricordando che "la dinamica dei prezzi al consumo è scesa allo 0,3% in settembre, riflettendo andamenti diffusi".

Le tensioni recenti sui mercati confermano che "le opportunità offerte dalle favorevoli condizioni finanziarie che hanno sin qui contraddistinto il 2014 potrebbero svanire in maniera repentina".

Visco dà atto al governo di Matteo Renzi di aver "opportunamente deciso di rendere più graduale il processo di riequilibrio dei conti pubblici".

Secondo il governatore la recessione attuale consente "deviazioni temporanee" dagli obiettivi concordati con la Ue.

"Un'inflazione molto bassa...può rendere non soltanto più oneroso, ma anche pro-ciclico il rispetto puntuale della regole sul debito", ha detto Visco esortando a interpretare i vincoli Ue in modo "non inutilmente restrittivo".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...