PUNTO 1-Atlantia, Francia cancella contratto con Ecomouv

giovedì 30 ottobre 2014 20:01
 

(Aggiunge dettagli, accorpa pezzi)

PARIGI, 30 ottobre (Reuters) - Il governo francese ha annunciato il recesso dal contratto multimilionario con il consorzio Ecomouv, guidato da Atlantia, dopo aver cancellato il pedaggio stradale conosciuto come ecotax che il consorzio doveva raccogliere.

Il governo intende contestare la validità dell'accordo per evitare di dover pagare un'indennità potenzialmente molto alta.

La rottura pure e semplice del contratto firmato a ottobre 2011 costerebbe infatti circa un miliardo di euro allo stato, 800 milioni per l'indennizzo delle spese sostenute da Ecomouv e 250 milioni di affitto per il 2014.

"Nella lettera per recedere dal contratto, saranno ricordati i dubbi sulla validità del contratto relativamente alle esigenze costituzionali che si impongono allo Stato", ha spiegato il ministro dei Trasporti Alain Vidalies.

In una nota il consorzio Ecomouv ha ribadito che il contratto con il governo francese, che ha cancellato l'ecotassa, prevede tutele e indennità.

Dopo l'abbandono dell'ecotax, annunciato lo scorso 9 ottobre dal ministro dell'Ecologia Ségolène Royal, il governo ha studiato le soluzioni giuridiche per rompere il contratto con Ecomouv, incaricato di raccogliere il pedaggio.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia