Atlantia, contratto Ecomouv prevede tutele ed indennità

giovedì 30 ottobre 2014 19:10
 

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Il consorzio Ecomouv, guidato da Atlantia, ribadisce che il contratto con il governo francese, che ha cancellato l'ecotassa, prevede tutele e indennità.

Lo dice in una nota la società italiana dopo che il governo francese ha ufficializzato, con una lettera inviata a Ecomouv, l'abbandono del progetto Ecotaxe per motivi d'interesse generale.

La nota ricorda che il protocollo di intesa sottoscritto con il governo francese lo scorso 20 giugno predeva la possibilità per lo Stato di abbandonare il progetto mediante pagamento di un'indennita predeterminata.

Secondo quanto aveva riferito una fonte tale indennità è pari a 850 milioni, di cui 650 di valore dell'investimento e 200 di costi di esercizio in caso di cancellazione.

"La posizione legale e contrattuale di Ecomouv, come rafforzata dal Protocollo d'accordo dello scorso giugno la cui legalità è stata validata da una Commissione di Conciliazione composta da tre eminenti ex Presidenti di Sezione del Consiglio di Stato francese, tutela il rispetto delle previsioni contrattuali ed il ristoro degli investimenti effettuati", si legge nella nota.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia