Borsa Milano chiude in lieve rialzo, Mps cede 7%

giovedì 30 ottobre 2014 17:54
 

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in lieve rialzo, dopo essere arrivata a perdere oltre il 2% nel corso della seduta.

Il miglioramento, parallelo a quello delle altre borse europee, ha seguito l'apertura positiva di Wall Street.

Piazza Affari è comunque rimasta indietro rispetto al resto dell'azionario europeo, zavorrata dal comparto bancario. In particolare si segnala la nuova ondata di vendite sui titoli dei due istituti che hanno fallito gli stress test: Montepaschi ha chiuso in calo del 7,05% dopo essere arrivata a perdere oltre il 16%, mentre Carige ha ceduto il 10,7%. Il mercato preferisce uscire in attesa di capire quale sarà la soluzione allo shortfall evidenziato dai test Bce.

L'indice FTSE Mib ha archiviato la seduta in rialzo dello 0,19%, l'Allshare ha guadagnato lo 0,1%. Volumi per 3,8 miliardi di euro. L'indice europeo FTSEurofirst segna +0,53%.

In evidenza ENI, che ha chiuso in rialzo dell'1,47% dopo aver pubblicato questa mattina i conti. Equita segnala i risultati sopra le attese e la grossa scoperta in Congo.

CNH ha chiuso in calo dello 0,39% dopo il breve balzo seguito alla pubblicazione dei conti. Il gruppo ha archiviato il terzo trimestre con ricavi e margini in calo, ma ha confermato gli obiettivi per l'anno.

FIAT CHRYSLER tira il respiro e chiude in lieve calo (-0,29%) dopo il +13% di ieri sulla scia dei conti e delle decisioni sullo spinoff Ferrari e sul bond convertibile.

Continua invece la corsa la holding EXOR, migliore titolo del FTSE Mib con un rialzo del 5,13%. Già ieri aveva guadagnato il 7%.

Tonica anche LUXOTTICA (+2,6%) dopo i conti trimestrali annunciati ieri e la cooptazione di Adil Mehboob-Khan e Massimo Vian che guideranno la società come Co-Ceo. "I risultati del terzo trimestre sono stati buoni e leggermente superiori alle attese", commenta un analista.   Continua...