Borsa Usa piatta dopo dati Pil ma trimestrale Visa sostiene il Dow

giovedì 30 ottobre 2014 17:00
 

NEW YORK, 30 ottobre (Reuters) - L'azionario Usa è in poco mossa negli scambi di fine mattinata dopo che la forte lettura del dato sul Pil del terzo trimestre solleva nuove questioni sulla politica monetaria della Fed, ma i buoni risultati di Visa bastano da soli a tenere il Dow saldamente in terreno positivo.

Il Pil Usa è salito ad un tasso annuale del 3,5% nel terzo trimestre, battendo le attese degli analisti, anche se il dato è in calo rispetto al 4,6% del secondo trimestre.

I numeri sul Pil arrivano all'indomani della decisione della Fed di porre fine, come previsto, al quantitative easing, in un mercato che sposta adesso l'attenzione sulla tempistica di un rialzo dei tassi. Per la Banca centrale l'avvio dei rialzi del costo del denaro dipenderà dalla forza dei dati macro.

"Un dato forte, sulla scia di un tono più restrittivo della Fed ieri, lascia pensare alcuni investitori che l'aumento dei tassi potrà essere più veloce di quanto si sperasse", dice Bruce McCain, chief investment strategist di Key Private Bank a Cleveland.

"Questo sta smorzando lo spirito degli investitori che speravano in condizioni monetarie espansive per un periodo prolungato", aggiunge.

A segnalare una certa fiducia nel consolidamento della ripresa, nel comunicato pubblicato ieri al termine del meeting, la Fed ha eliminato l'aggettivo "significativa" riferito alla debolezza del mercato del lavoro.

Intorno alle 16,50 il Dow Jones sale dello 0,8%, l'S&P 500 dello 0,19%, mentre il Nasdaq flette dello 0,17% circa.

Tra i singoli titoli Visa balza di quasi il 9% all'indomani della trimestrale che ha evidenziato utili oltre le attese. Il collosso delle carte di credito ha detto inoltre che il settore dei pagamenti da dispositivi mobili darà "un grande driver" per il business.

Anche MasterCard ha annunciato utili migliori delle previsioni e il titolo guadagna oltre il 7%.   Continua...