Mediobanca tranquilla su richiesta danni Fondazione Mps per prestito 2011-Ceo

martedì 28 ottobre 2014 15:14
 

MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Mediobanca si dichiara tranquilla in merito alla richiesta di risarcimento, in solido con altre banche, formulata da Fondazione Mps relativa a un finanziamento concesso nel 2011 e funzionale alla sottoscrizione di un aumento di capitale di Mps.

Lo ha dichiarato il Ceo Alberto Nagel nel corso dell'assemblea di bilancio.

"Come Mediobanca siamo tranquilli. Siamo stati citati insieme a tutte le principali banche internazionali nel presupposto che per quel finanziamento non ci fossero stati i requisiti", ha spiegato Nagel.

"La verità è che il soggetto ha attestato l'esistenza di tutti i requisiti e il ministero ha dato l'ok. Quindi è una causa temeraria", ha aggiunto.

La richiesta complessiva di Fondazione Mps è pari a 286 milioni di euro, come risulta dalla relazione al bilancio di Mediobanca.

L'azione di responsabilità avviata dall'ente senese a inizio marzo riguarda i componenti della deputazione amministratrice di allora, il provveditore "nonché le banche che hanno concesso il prestito", si leggeva in una nota. JP Morgan era adviser e a capo di un pool di undici banche per il prestito in questione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia