BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in rialzo prima di riunione Fed

martedì 28 ottobre 2014 08:44
 

Emea
 INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2013
 MSCI ASIA-PAC.                      476,51   +0,65       468,16
 TOKYO                            15.329,91   -0,38    16.291,31
 HONG KONG                        23.531,22   +1,68    22.656,92
 SINGAPORE                         3.212,63   -0,42     3.167,43
 TAIWAN                            8.773,55   +1,69     8.611,51
 SEUL                              1.925,68   -0,33     2.011,34
 SHANGHAI COMP                     2.337,87   +2,07    2.115,978
 SYDNEY                            5.452,60   -0,12    5.352,214
 MUMBAI                           26.808,35   +0,20    21.170,68
    28 ottobre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
perlopiù in rialzo, nell'attesa di indicazioni da Federal
Reserve sulla direzione dei tassi di interesse Usa.
    "Vediamo dei movimenti contrastati in Asia oggi, ma sembra
prevalere un certo livello di consolidamento", ha detto lo
strategist di mercato Ig Stan Shamu.
   Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale
dello 0,65%.
   HONG KONG è tornata positiva sulle attese che la Fed si
convinca a ritardare l'aumento dei tassi di interesse. Il
comparto dei beni di largo consumo è stato trainato al rialzo
dal maggiore footwear retailer cinese, Belle International
Holdings (+10%), che ha visto solidi utili nel primo
semestre. Prada guadagna l'1,03%.
    SHANGHAI è rimbalzata dopo una serie negativa di alcune
sedute, segnando il maggior guadagno giornaliero dal 28 luglio
scorso. Le attese per ulteriori riforme delle imprese di stato,
che hanno migliorato l'umore degli investitori, sono state
alimentate dai media ufficiali, secondo cui i maggiori
costruttori di treni, China CNR  e CSR Corp
  si preparano a una fusione in un gigante
in grado di competere sul mercato globale.
    In controtendenza SEUL, che ha chiuso in marginale calo con
gli investitori esitanti a prendere posizione prima della
riunione della Fed.
    Anche SYDNEY ha terminato in leggera flessione. Hanno
ritracciato i finanziari, ma ancora più determinante è l'impatto
che la flessione dei prezzi dei minerali di ferro e del petrolio
ha avuto sui pesi massimi delle commodities.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia