CORR--Stabilità, sindacati critici: ministri non in grado di trattare

lunedì 27 ottobre 2014 20:40
 

(Corregge Furlan leade Cisl non Uil)

* Maroni: iniziative clamorose se tagli a Regioni confermati

* Camusso: incontro surreale, avanti fino a sciopero

ROMA, 27 ottobre (Reuters) - I sindacati si mostrano critici al termine dell'incontro con una delegazione di ministri che, dicono, "non erano nelle condizioni di rispondere" alle domande sulla legge di Stabilità.

"L'unica cosa certa è che non trattano. È surreale", dice la numero della Cgil Susanna Camusso.

"Avevamo detto che in assenza di risposte saremmo andati avanti con lo sciopero generale. Mi pare che siamo in assenza di risposte", aggiunge.

Anche la Uil, per bocca del segretario generale aggiunto Carmelo Barbagallo, lamenta l'atteggiamento del governo e dice che "i ministri non avevano il mandato per fare approfondimenti".

Per l'esecutivo erano presenti il sottosegretario alla presidenza Graziano Delrio, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti e la titolare della Pubblica amministrazione, Marianna Madia.

I sindacati hanno criticato il blocco dei contratti nel pubblico impiego per tutto il 2015 e, soprattutto la Cisl, la mancata estensione del bonus di 80 euro ai pensionati.   Continua...