Btp stabili, insensibili a calo borsa, investitori digeriscono test Bce

lunedì 27 ottobre 2014 12:38
 

MILANO, 27 ottobre (Reuters) - Secondario italiano
relativamente ben impostato in apertura di settimana, mentre
analisti e investitori progressivamente metabolizzano l'esito
della famigerata e tanto temuta pagella Bce sulla solidità del
sistema bancario.
    Se sul fronte italiano la 'bocciatura' per Mps e
Carige era ampiamente scontata, a parere di qualche
operatore questo non vale per il 'buco' da oltre due miliardi di
euro individuato da Francoforte per la banca senese.
    I bancari, con molti titoli su cui Consob ha posto il veto
di vendite allo scoperto, trascinano così al ribasso Piazza
Affari che arriva a brevemente a perdere oltre 2%, mentre il
premio di rendimento del Btp sulla controparte Bund viaggia sui
livelli di venerdì sera poco oltre 160 punti base.
    Sullo sfondo, anche in questo caso previsto ma evidentemente
non di tale portata, il vistoso deterioramento dell'indice Ifo
sulla fiducia degli investitori tedeschi a ottobre, che
naturalmente aumenta l'attrattiva della carta 'core' nei
confronti dei periferici della zona euro.
    Il titolo del giorno sono comunque gli esami Bce, la cui
attesa ha tenuto i mercati in scacco per lo meno tutta la
settimana scorsa, condotti secondo criteri particolarmente    
rigorosi.
    "Sarebbe interessante vedere il risultato degli stessi
parametri applicati alle banche Usa" commenta un operatore.
    "Al mercato serve sempre qualche tempo per digerire le
novità... va capito che si tratta di un indicatore europeo, un
segnale di un processo di integrazione che non si ferma"
aggiunge.
    Relative a settembre, le statistiche Bce sull'offerta di
moneta e prestiti al settore privato mostrano intanto l'ennesima
contrazione nel credito all'economia reale nonostante le ultime
misure ultra-espansive varate dall'Eurotower proprio subito dopo
l'estate.
    Verrà intanto reso noto alle 15,30 il primo dato relativo
all'importo degli acquisti di covered bond nell'ambito del
programma Bce partito la scorsa settimana.
    Tornando al fronte interno, la lettera di questa mattina del
ministero dell'Economia in risposta ai rilievi della Commissione
Ue sulla legge di stabilità accoglie - come nelle attese - i
suggerimenti di Bruxelles. Il Tesoro si dice pronto, per il
prossimo anno, a una correzione del deficit strutturale di circa
0,3 punti percentuali di Pil.
    "E' il livello di cui si era già parlato in sede dell'ultimo
consiglio europeo... non sono numeri che muovono il mercato"
osserva un secondo addetto ai lavori.
    Dal lato del primario si parte infine domattina con le aste
di fine mese: 2-2,5 miliardi di Ctz agosto 2016 e tra 500
milioni e un miliardo di Btpei 2024 e 2026. A mercato chiuso in
arrivo invece i dettagli sul collocamento a medio-lungo di
giovedì 30 ottobre, in cui dovrebbero essere riaperti i Btp a
cinque e dieci anni insieme al Ccteu dicembre 2020.
       
============================= 12,30 ============================
FUTURES BUND DIC.          150,44   (+0,09)
FUTURES BTP DIC.           129,23   (+0,25)
BTP 2 ANNI  (AGO 16)    105,36   (+0,003)  0,679%
BTP 10 ANNI (SET 24)   110,890  (+0,101)  2,509%
BTP 30 ANNI (SET 44)   116,463  (+0,187)  3,857%
========================= SPREAD (PB)===========================
                                               ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   140           138
BTP/BUND 2 ANNI           73            73
BTP/BUND 10 ANNI       163           163
livelli minimo/massimo             156,5-164,0   158,9-166,9
BTP/BUND 30 ANNI       210           209
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   183,0         183,3
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  134,8         134,7
================================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia