Borsa Milano perde 2% con banche dopo test Bce, peggio di Europa

lunedì 27 ottobre 2014 11:27
 

MILANO, 27 ottobre (Reuters) - La borsa di Milano estende il ribasso a oltre il 2% con i titoli bancari negativi dopo i test Bce, in un mercato dove pesano le bocciature di Carige e Mps che non trova conforto in una valutazione migliore sugli altri istituti.

L'indice delle banche italiane arriva infatti a perdere il 3,6%, dal rialzo del 2% in apertura.

Secondo un trader, le vendite semplicemente colpiscono il paese considerato più fragile all'interno dell'Europa.

Le valutazioni degli analisti parlano di risultato del comprehensive assessment positivo per la parte relativa all'Aqr e sottolienano che banche italiane sono state penalizzate maggiormente per gli stress test, più severi delle attese.

Alle 11,15 l'indice FTSE Mib e l'Allshare perdono il 2,1%. Volumi a 1,4 miliardi.

Alla stessa ora l'indice FTSEurofirst cala dello 0,5%. Francoforte lascia sul terreno lo 0,7%, Parigi lo 0,8%, Madrid l'1,3%.

MPS é in asta di volatilità, dopo un calo del 17,5%. La banca ha bisogno di altri 2,1 miliardi di capitale. Il presidente Alessandro Profumo, in un'intervista alla stampa italiana, a una domanda sull'ipotesi di fusione per salvare la banca ha detto che saranno valutate "tutte, dico tutte, le opzioni strategiche". L'AD Fabrizio Viola conferma aggiungendo che "a oggi non sono in corso trattative".   Continua...