PUNTO 1-Test Bce, 25 banche non passano a fine 2013, 9 italiane, 3 greche e 3 cipriote

domenica 26 ottobre 2014 15:25
 

(aggiorna con dettagli, contesto)

FRANCOFORTE, 26 ottobre (Reuters) - Circa una su cinque tra le principali banche europee non sono riuscite a superare gli stress test della Bce nella fotografia scattata a fine 2013, anche se la maggior parte ha già posto rimedio ai propri problemi finanziari, secondo quanto ha detto la stessa Bce.

Secondo l'Eurotower i problemi più consistenti sono stati riscontrati in Italia, a Cipro e in Grecia ma mancano all'appello soltanto 10 miliardi di euro.

Il settore finanziario italiano è quello che più preoccupa con nove banche bocciate agli stress test. Monte dei Paschi conta la pià alta carenza di capitale a 2,1 miliardi di euro, nonostante gli sforzi per raccogliere altri fondi quest'anno.

I risultati forniscono la più completa e chiara fotografia dello stato di salute delle banche della zona euro oltre sette anni dopo l'inizio della crisi finanziaria.

Se 25 istituti di credito tra i principali 130 della zona euro non sono riusciti a superare la prova, con una carenza di capitale complessiva di 25 miliardi di euro, una dozzina ha già raccolto 15 miliardi quest'anno per ridurre il gap.

Oltre agli istituti italiani, le autorità hanno detto che tra i bocciati ci sono anche tre banche greche, tre cipriote, due in Berglio, altrettante in Slovenia, e una rispettivamente in Francia, Germania, Austria, Irlanda e Portogallo.

Le banche che hanno uno shortfall patrimoniale hanno due settimane per comunicare come intendono colmare il gap e avranno poi fino a nove mesi per farlo.

Per molti istituti, il principale impatto degli stress test non è stato tanto individuare buchi nel capitale ma scoprire che i loro asset, come i prestiti, sono stati sopravvalutati.   Continua...