26 ottobre 2014 / 15:23 / 3 anni fa

PUNTO 1-Carige, Cda delibera aumento da 500-650 mln dopo esito stress test

(Aggiunge altri dettagli)

MILANO, 26 ottobre (Reuters) - Per colmare la carenza di capitale emersa dagli esercizi della Bce il Cda di Carige ha approvato una serie di iniziative di capital management tra cui un aumento di capitale in un range di 500-650 milioni di euro.

Lo dice una nota dell‘istituto dopo che nell‘esercizio dello stress test, nello scenario avverso, è emerso uno shortfall di 813,4 milioni di euro anche considerando le misure di patrimonializzazione già intraprese per oltre un miliardo complessivo.

Oltre al nuovo aumento di capitale, dopo quello da 800 milioni chiuso a luglio, la banca ligure metterà in campo altre misure addizionali: la vendita delle due assicurazioni, la cui firma con Apollo è attesa nei prossimi giorni, e le possibili dismissioni nei settori del private banking, in particolare la Banca Cesare Ponti, e del credito al consumo con la cessione di Creditis.

Altre misure sul tavolo rigurdano l‘acquisto delle minorities delle banche controllate.

Il ‘capital plan’ deliberato all‘unanimità oggi dal consiglo oggi - e dunque con il voto favorevole della Fondazione azionista - deve essere approvato dalla Bce che concede fino a nove mesi di tempo alle banche che non superano gli stress test per mettersi a posto con il patrimonio.

Se la Bce dovesse ritenere necessario un importo maggiore di aumento di capitale, oltre il minimo di 500 milioni previsti, Carige si è già preparata acquisendo l‘impegno di Mediobanca a pre-garantire un‘operazione fino a 650 milioni.

La Fondazione Carige possiede adesso il 19% della banca, quota ridotta dopo il placement con il quale l‘ente, in crisi di liquidità, è riuscito ad ottenere i mezzi finanziari adeguati a seguire la ricapitalizzazione e vorrebbe scendere al 10%.

Lo shortfall complessivo della banca ligure riflette i bassi livelli di patrimonializzazione di partenza che non sono stati sufficientemente rafforzati dall‘aumento di capitale della scorsa estate, e riflette in particolare la proiezioni dello stress test nello scenario avverso.

In particolare, in seguito all‘Aqr, da cui sono emersi accantonamenti aggiuntivi lordi sul portafoglio crediti analizzato dalla Bce per 215,7 milioni, il CET 1 del gruppo ligure è pari al 3,88% con un fabbisogno di capitale di 951,6 milioni rispetto al requisito minimo dell‘8%.

Questo importo è più che coperto dalle misure realizzate nei primi nove mesi pari a 1,021 miliardi (aumento 800 milioni più la plusvalenza per la rivalutazione delle quote in Banca d‘Italia).

Le simulazioni di stress sul 2013 ha amplificato gli impatti sullo shortfall potando ad un CE1 1 ratio del 2,34% nello scenario base e addirittura negativo (-2,36%) nello scenario avverso corrispondente ad una carenza di 1,32 e 1,83 miliardi di euro circa che scende, in quest‘ultimo caso, a 813,4 milioni dopo le misure di rafforzamento realizzare nel 2014.

“Gli shortfall emersi dall‘esercizio di comprehensive assessment sono quindi unicamente riferibili alle prove di stress test che, per loro natura, non colgono le peculiarità dell‘andamento e dei risultati di un esercizio, quale è stato l‘esercizio 2013, di forte discontinuità rispetto al passato e amplificano l‘impatto delle iniziative straordinarie poste in essere dalla banca”, spiega la banca.

In particolare, sottolinea l‘istituto alcune misure hanno avuto degli impatti negativi non ricorrenti nel 2013 ma che avranno effetti positivi nei prossimi cinque anni.

“La banca è guidata da una nuova compagine dirigenziale, insediatasi nell‘autunno del 2013 in seguito a ripetuti interventi della Vigilanza, anche su base ispettiva, da cui emersero disfunzioni negli assetti di governo e controllo e irregolarità gestionali”, ricorda la Banca d‘Italia nel comunicati sui risultati del comprehensive assessment,

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below