Mps, incarico a Ubs, Citi, valuta tutte le opzioni strategiche dopo test Bce

domenica 26 ottobre 2014 15:59
 

MILANO, 26 ottobre (Reuters) - Monte dei Paschi conferma in una nota di aver nominato Ubs e Citigroup come adviser finanziari per la definizione e implementazione delle azioni di mitigazione relative al capital plan nonché per la valutazione di tutte le opzioni strategiche a disposizioni a seguito degli esiti del comprehensive assessment della Bce.

La banca, inoltre, sottolinea che non è stato superato soltanto lo scenario avverso degli stress test, mentre ha superato gli aqr e lo stress test secondo lo scenario base. Ciò conferma di fatto "la solidità della struttura patrimoniale" delll'istituto.

La carenza patrimoniale ravvisata è di 2,1 miliardi, risultato che include il rimborso di poco meno di 800 milioni di Monti bond.

Per quanto riguarda lo scenario avverso dello stress test la banca fa alcuni rilievi: non sono stati considerati gli effetti dell'eventuale mancato rimborso di 750 milioni di Monti bond che costituisce una delle possibili misure implicite di contingency incluse nel piano di ristrutturazione; non si è tenuto conto della trasformazione del modello di business più focalizzato sui ricavi da servizi e quindi sulle commissioni che sul margine d'interesse; non è stato consentito di tener conto degli effetti migliorativi sulla qualità e sul costo del credito derivanti dalle azioni previste dal piano di ristrutturazione.

Il Cda ha quindi avviato l'esame delle potenziali azioni da includere nel capital plan che "verrà sottoposto all'approvazione delle autorità di vigilanza entro i termini previsti dalla normativa".

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia