BORSE ASIA-PACIFICO - Indici contrastati con dollaro forte su attese Fed

venerdì 12 settembre 2014 08:40
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2013
 MSCI ASIA-PAC.                      501,24   -0,23       468,16
 TOKYO                            15.948,29   +0,25    16.291,31
 HONG KONG                        24.652,47   -0,04    22.656,92
 SINGAPORE                         3.349,08   +0,05     3.167,43
 TAIWAN                            9.223,18   -1,07     8.611,51
 SEUL                              2.041,86   +0,38     2.011,34
 SHANGHAI COMP                     2.325,56   +0,57    2.115,978
 SYDNEY                            5.531,10   -0,27    5.352,214
 MUMBAI                           27.000,86   +0,02    21.170,68
    12 settembre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono piuttosto
volatili in una seduta in cui si raccolgono reazioni contrastanti alla
progressiva rivalutazione del dollaro, sostenuto dalle attese di una risalita
dei tassi di interesse Usa. Se da un lato ne beneficiano i titoli legati
all'export, dall'altro gli investitori temono che si inneschi una fuga di
capitali dai mercati emergenti, proprio mentre calano i prezzi di petrolio, oro
e rame.
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, scende dello 0,23%.
    HONG KONG è in flessione. Gli investitori prendono profitto tra i timori che
l'economia cinese rimanga sottotono e i tassi Usa aumentino prima delle attese.
Prada prende lo 0,84%.
    In controtendenza SHANGHAI, dove ad allentare le tensioni hanno contribuito
i dati sui prestiti ad agosto, in linea con le previsioni. A guidare i guadagni
sono China Shipbuilding Industry e China CSSC Holdings,
in rialzo rispettivamente del 4,7% e del 9,06%.
    SEUL ha rimbalzato per concludere con un modesto guadagno dopo che ieri
dominavano le vendite per la simultanea scadenza di futures e opzioni su azioni
e indici. La Banca centrale coreana ha mantenuto inviariati i tassi d'interesse,
in linea con le attese.
    SYDNEY ha chiuso in flessione in una seduta dove le vendite sono state
innescate dall'aumento dei rendimenti dei bond. In evidenza Commonwealth Bank of
Australia che ha chiuso a -0,51% e Westpac Banking Corp a
-1,07%. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia