Bce, Italia rafforzi politica bilancio, focus su riduzione debito/pil

giovedì 11 settembre 2014 10:28
 

ROMA, 11 settembre (Reuters) - E' probabile che l'Italia non rispetterà il suo obiettivo 2014 di deficit al 2,6% del Pil a causa del deterioramento del quadro macroeconomico, ma è importante che rafforzi la politica di bilancio per garantire soprattutto l'impegno di ridurre il rapporto debito/Pil.

Lo dice oggi la Bce nel suo Bollettino mensile.

"Persistono i rischi per il conseguimento dell'obiettivo di disavanzo pubblico per il 2014 (2,6% del Pil), soprattutto alla luce di andamenti economici peggiori delle attese", scrive la Bce.

"In prospettiva, è importante rafforzare ulteriormente l'orientamento delle politiche di bilancio nazionali al fine di assicurare il rispetto degli obblighi del Patto di stabilità e crescita, in particolare per quanto riguarda la riduzione del debito delle amministrazioni pubbliche in rapporto al PIL".

Sia il premier Matteo Renzi che il ministro dell'Economia Piercarlo Padoan hanno detto che il deficit 2014 potrebbe essere più alto in rapporto al Pil dell'obiettivo contenuto nel Def, ma al tempo stesso hanno assicurato che l'Italia non sfonderà il tetto del 3%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia