Borsa Milano chiude piatta, corre Fiat, bene banche, giù Mediaset

mercoledì 10 settembre 2014 17:51
 

MILANO, 10 settembre (Reuters) - Chiusura piatta a Piazza Affari in una seduta con volumi contenuti e pochi spunti ad eccezione di Fiat, tema del giorno dopo l'ufficializzazione del cambio al vertice di Ferrari che apre scenari sulle future strategie del gruppo automobilistico.

I mercati azionari europei proseguono la fase di riflessione, con qualche realizzo, dopo il rally a seguito delle decisioni delle Bce della scorsa settimana.

"L'attività oggi è scarsa, non ci sono novità che possano imprimere direzione ai mercati" si limita a commentare un trader. Un altro aggiunge che "in attesa degli stress test sulle banche l'attività resterà contenuta".

A Milano, l'indice FTSE Mib chiude praticamente invariato (-0,04%) e l'Allshare cede lo 0,18%. Volumi pari a 2,2 miliardi di euro circa. Il paniere benchmark europeo FTSEurofirst segna un frazionale rialzo dello 0,04%.

Su tutti distingue FIAT <FIAT FIA.MI> che chiude in salita dell'1,88%, ma sotto i massimi di seduta, e con volumi dopo l'annuncio che Luca Cordero di Montezemolo lascerà la presidenza di Ferrari a Sergio Marchionne il prossimo 13 ottobre, data del possibile debutto a Wall Street della controllante Fiat-Chrysler. Nella conferenza stampa congiunta Marchionne-Montezemolo, il numero uno di Fiat ha detto che Ferrari non farà parte del polo del lusso contrariamente a quanto speculava il mercato.

Nella galassia del Lingotto CNH INDUSTRIAl guadagna l'1,42%, mentre EXOR avanza dello 0,32%.

A sostenere il listino milanese sono anche i bancari, fra i migliori MPS che sale dell'1,8% rimbalzando dagli ultimi ribassi legati ai timori di alcuni investitori sugli esiti degli stress test. Più incerte le popolari con BPER che cede lo 0,3%, UBI <UBI,MI> (+0,47%) e BANCO POPOLARE (+0,23%). Fra le big INTESA SP sale dello 0,16%, mentre UNICREDIT è invariata.

TELECOM ITALIA termina in salita dello 0,55% in un mercato che resta focalizzato sulla partita brasiliana. Secondo indiscrezioni stampa Telefonica non parteciperà alla cordata Oi-America Movil (Claro) che sta studiando un'offerta congiunta per Tim Brasil. Dal Brasile l'AD della controllata brasiliana Rodrigo Abreu ha detto che Telecom non si è ancora pronunciata sulla valutazione che cerca per Tim Participações .

Ribassi tra i titoli del lusso, effetto - sostiene un trader - di realizzi dopo i recenti rimbalzi: FERRAGAMO fra i peggiori con un calo del 2,22%; YOOX cede l'1,96%. Fa eccezione LUXOTTICA invariata. Un trader cita uno studio di un broker straniero secondo cui la società potrebbe aumentare il dividendo.   Continua...