Elicotteri India, motivazioni patteggiamento AgustaWestland: "Sussiste illecito"

mercoledì 10 settembre 2014 14:15
 

* Giudice: responsabilità a prescindere esito processo Orsi

* Sentenza critica membri organo vigilanza Agusta

* Finmeccanica estranea ai fatti e con valido modello controllo

di Emilio Parodi

MILANO, 10 settembre (Reuters) - Il giudice del Tribunale di Busto Arsizio, che il 28 agosto scorso ha accolto e ratificato il patteggiamento di AgustaWestland ltd e AgustaWestland spa (gruppo Finmeccanica ) in relazione alla vicenda dell'appalto degli elicotteri all'India, ha stabilito che per le due società "sussiste l'illecito così come contestato...".

Cioè l'illecito amministrativo in relazione al reato presupposto di corruzione internazionale ascritto agli ex AD di Finmeccanica e AgustaWestland Holdings, Giuseppe Orsi e Bruno Spagnolini.

Lo si legge nelle motivazioni del patteggiamento - più precisamente della sentenza di applicazione della pena - redatte il 30 agosto dal giudice Nicoletta Guerrero, e lette da Reuters.

AgustaWestland, contattata da Reuters, non commenta le motivazioni e rimanda ai due comunicati diffusi il 29 luglio e il 28 agosto.

Il 28 agosto AgustaWestland spa aveva patteggiato una sanzione di 80.000 euro e AgustaWestland ltd di 300.000. A quest'ultima società, che è la controllata britannica, il Tribunale ha inoltre confiscato 7,5 milioni di euro come, scrive il giudice, "equivalente del prezzo del reato presupposto". Si tratta della stessa cifra che il pm Eugenio Fusco, al termine della sua requisitoria al processo a carico di Orsi e Spagnolini, aveva chiesto fosse confiscata ai due imputati come "prezzo della corruzione".   Continua...