Istat rivede deficit/Pil 2011 a 3,5% da 3,7%

martedì 9 settembre 2014 16:58
 

ROMA, 9 settembre (Reuters) - Istat ha reso noto oggi che la nuova metodologia di calcolo adottata a livello europeo ha aumentato il Pil italiano del 2011 e causato una riduzione del rapporto deficit/pil dello stesso anno al 3,5% dal 3,7%.

Per la prima volta vengono conteggiati i contributi di commercializzazione di droga (valutata per il 2011 in termini di valore aggiunto in 10,5 miliardi di euro), prostituzione (3,5 miliardi) e contrabbando di sigarette (0,3 miliardi).

(Gavin Jones e Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia