Ferrari, si discute uscita Montezemolo, l'impatto sul marchio

martedì 9 settembre 2014 16:02
 

MILANO, 9 settembre (Reuters) - I tempi del cambio della guardia alla presidenza di Ferrari restano incerti, mentre in queste ore si tengono incontri tra Luca di Montezemolo e l'AD della controllante Fiat-Chrysler, Sergio Marchionne, da cui dovrebbe uscire la decisione sul futuro della presidenza della casa di Maranello.

Le dichiarazioni di Marchionne, domenica a Cernobbio, hanno chiarito che la presenza di Montezemolo in Ferrari sarà ancora per un periodo di tempo limitato.

In assenza di commenti ufficiali, alcune fonti hanno parlato ieri di uscita entro fine anno, ma i colloqui di queste ore potrebbero imprimere un'accelerazione o comunque variare i termini.

La nuova Ferrari, non più targata Montezemolo, non si prevede cambierà in modo significativo la sua strategia produttiva o finanziaria, almeno nel breve-medio periodo.

Di sicuro l'uscita dell'attuale presidente, in conflitto con Marchionne, sottolineerà che la casa di Maranello fa parte del gruppo Fiat ed è al servizio del gruppo.

Montezemolo, che il tamtam finanziario vuole vicino alla presidenza di Alitalia targata Etihad, ha finora incarnato l'idea di una Ferrari sicuramente vincente, nonostante le difficoltà degli ultimi anni in F1, ma piuttosto indipendente dal resto del gruppo.

SPARTIACQUE DEBUTTO A WALL STREET

Lo spartiacque, in termini di tempi, sembra essere il debutto della controllante Fiat-Chrysler a Wall Street.   Continua...