Coin non in vendita, Ovs verso Borsa a novembre

lunedì 8 settembre 2014 18:50
 

MILANO, 8 settembre (Reuters) - Coin esclude la vendita della società dopo lo spin off da Ovs, che si prepara a sbarcare in Borsa il prossimo novembre.

In una nota il gruppo ha precisato che "lo sviluppo del piano rappresenta la priorità del management, tanto è vero che la società esclude che sia in corso in questo momento qualunque operazione o progetto di natura straordinaria, tantomeno, quindi, la cessione della società, ipotizzata da alcune voci di mercato".

Anche l'azionista BC Partners "continua a essere impegnata sul proprio investimento in Coin e non sta al momento considerando la cessione dell'azienda", spiega nella nota il managing partners del fondo Nikos Stathopoulos.

La scorsa settimana un quotidiano aveva scritto che alcuni fondi di private equity internazionali erano interessati a Coin, dopo lo spin off da Ovs.

Secondo quanto emerge dal verbale dell'assemblea lo scorso 23 luglio il gruppo Coin ha conferito tutte le attività sotto le insegne Ovs e Upim (Ovs, Ovs Kids, Upim, Blukids) a Ovs Srl, poi trasformata in Spa.

Questa società dovrebbe approdare in borsa a novembre, considerati i tempi tecnici dell'inserimento nel prospetto della semestrale, che sarà approvata a fine mese, e delle autorizzazioni di Consob e Borsa Italiana.

Nelo stesso verbale d'assemblea si spiega che i proventi derivanti derivanti dalla parte di offerta in sottoscrizione "potranno essere utilizzati dalla società, da un lato per rimborsare significativa parte del proprio indebitamento e, dall'altro, per implementare la propria strategia diretta a coniugare la crescita e lo sviluppo delle proprie attività con il rafforzamento del proprio posizionamento competitivo".

Nella stessa assemblea è stato inoltre deliberato un aumento di capitale fino a 250 milioni di euro al servizio dell'Ipo.

A fine maggio l'amministratore delegato del gruppo Coin Stefano Beraldo aveva spiegato che il flottante sarà superiore al 30%.   Continua...