September 8, 2014 / 3:18 PM / 3 years ago

Test Bce, risultati probabilmente più tardi del 17 ottobre-fonti

4 IN. DI LETTURA

di Laura Noonan e Stefano Bernabei e Aimee Donnellan

LONDRA/ROMA, 8 settembre (Reuters) - I risultati dell'esercizio della Bce sulle banche europee dovrebbero essere pubblicati più tardi del 17 ottobre, data che era stata indicata inizialmente, ma comunque prima della scadenza formale della fine di ottobre, secondo quanto riferito da alcune fonti.

La Banca centrale europea sta completando un'ampia revisione sul modo in cui le 130 maggiori banche dell'euro zona valutano le proprie attività. Queste banche, tra cui 15 banche italiane, vengono anche sottoposte a uno stress test per verificare se abbiano abbastanza capitale per affrontare future crisi economico-finanziarie.

La Bce aveva inizialmente fissato informalmente per il 17 di ottobre il giorno in cui avrebbe reso noto l'esito di questo esercizio combinato (asset quality review e stress test) e lo ha comunicato ad alcuni istituti. Alcune fonti hanno ora detto a Reuters che questa data difficilmente verrà rispettata.

A due fonti è stato riferito che la data più probabile è il 24 di ottobre; una terza persona vicina alla situazione ha detto che una decisione su quale sarà la data non è ancora stata presa, ma che potrebbe anche essere venerdì 31 ottobre.

I risultati dei test sulle banche sono per tradizione diffusi di venerdì per dare tempo agli investitori di digerire la notizia prima della riapertura dei mercati il lunedì successivo.

"Renderemo pubblica la data esatta nel giro di un paio di settimane", ha detto la Bce.

"Abbiamo sempre parlato della seconda metà di ottobre".

L'autorità bancaria europea (Eba), che è responsabile per i test europei sulle banche non è stata immediatamente raggiungibile per avere un commento.

La Bce prenderà in carico la vigilanza sulle banche dell'area euro il 4 novembre e per allora punta ad avere la valutazione completa sulle banche vigilate.

Le banche riceveranno "risultati preliminari parziali" circa un mese prima dell'annuncio finale in modo che possano predisporre eventuali piani per fronteggiare, nel caso, i fabbisogni di capitale che dovessero emergere dall'esercizio.

Verranno a conoscenza degli effettivi risultati circa 48 ore prima, allo scopo di minimizzare i rischi di fughe di notizie a vantaggio di eventuali speculatori.

Secondo un rapporto di Goldman Sachs della scorsa settimana, gli investitori si aspettano che al sistema bancario europeo venga chiesto di aumentare il capitale per ulteriori 51 miliardi di euro, in conseguenza dell'esercizio di revisione.

Oggi Mediobanca Securities ha alzato la raccomandazione sulle banche Ue a "outperform" in vista del quantitative easing e del Comprehensive assessment (stress test più asset quality review). Ma, se per 24 banche si prevede una promozione, per 10 fra cui Mps gli analisti di Mediobanca Securities prefigurano una bocciatura o una "quasi bocciatura", intendendo con questo un posizionamento intorno alla soglia limite del 5,5% di CET1 fissata dai regolatori.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below