Bonus fiscale, può dare spinta a ripresa, va esteso-Confesercenti

lunedì 8 settembre 2014 12:36
 

ROMA, 8 settembre (Reuters) - Sebbene gli indici Istat sui consumi nei primi mesi di sua applicazione non abbiano registrato segnali positivi dal bonus fiscale di 80 euro ai redditi fino a 24.000 euro annui concesso dal governo a partire da maggio, Confesercenti pensa che il bonus possa dare una ulteriore spinta alla ripresa del Paese e ne chiede anzi l'estensione anche ai pensionati.

Lo ha detto il presidente del sindacato dei commercianti ed artigiani Marco Venturi presentando il rapporto Ref/Confesercenti.

"Il bonus può dare una ulteriore spinta. Certo, da solo non basta. Finora una parte degli 80 euro è andata al risparmio, ma questo è dovuto ai timori sulle prospettive, quindi bisogna incidere sulla fiducia", ha detto Venturi nel corso della conferenza stampa.

"Il problema è che gli 80 euro vengano percepiti come strutturali, come definitivi", ha aggiunto. Per questo Confesercenti chiede "il rinnovo permanente del bonus" e la sua "estensione ai pensionati entro i 25.000 euro di reddito annuo".

Questa misura, unita al "taglio di almeno 2 punti delle aliquote Irpef", avrebbe un "effetto sul Pil intorno allo 0,2% se ottenuto con parallele riduzioni di spesa e dello 0,7% se effettuato in deficit".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia