Risparmio gestito, fondi trainano ancora raccolta a luglio-Assogestioni

martedì 9 settembre 2014 11:04
 

MILANO, 9 settembre (Reuters) - I fondi comuni incassano a luglio 11,7 miliardi di euro, più di tre volte le gestioni di portafoglio (3,6 miliardi di cui 2,9 miliardi istituzionali), facendo lievitare a 1.480 miliardi di euro il patrimonio in gestione del sistema del risparmio gestito in Italia.

Questo è il quadro che emerge dalla rilevazione mensile condotta da Assogestioni, che ha natura preliminare.

I fondi flessibili si confermano a luglio i prodotti preferiti con sottoscrizioni per 4,5 miliardi circa, seguiti dagli obbligazionari (3,2 miliardi). Con un bilancio di 16,3 miliardi da inizio anno, i fondi che investono in titoli di debito superano per raccolta azionari (6,7 miliardi) e bilanciati (6,2 miliardi circa). L'unica categoria in rosso è quella dei monetari che, a luglio, ha aggiunto riscatti per 263 milioni.

Rispetto a giugno, le sottoscrizioni restano sugli stessi livelli per i flessibili mentre, se si escludono i fondi di liquidità e gli hedge, accelerano i flussi diretti verso tutte le altre categorie (gli azionari a 2,5 miliardi da 690 milioni e i bilanciati a 1,3 miliardi circa da 390 milioni).

Guidano la raccolta di luglio gli asset manager dei due maggiori gruppi bancari italiani, Unicredit con Pioneer Investments (+2,2 miliardi) e Intesa Sanpaolo (5 miliardi circa realizzati per lo più da Eurizon Capital).

Continuano anche le sottoscrizioni dei fondi di diritto italiano, pari a 4,4 miliardi a luglio, a fronte dei 6,8 miliardi incassati dai prodotti domiciliati all'estero.

Fra i gruppi esteri si mettono in evidenza, quanto ad afflussi nel periodo, Deutsche Asset and Wealth Management (745 milioni circa), Invesco (poco più di 700 milioni), JP Morgan AM (610 milioni).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia