Iren pronta a nozze con A2A, modalità le decidano i manager - Fassino

domenica 7 settembre 2014 12:30
 

CERNOBBIO, 7 settembre (Reuters) - Il sindaco di Torino, Piero Fassino - comune fra i principali azionisti di Iren - rilancia sull'ipotesi di aggregare le muliutility del Nord, guardando in particolare alla lombarda A2A, mentre sul fronte più interno a Iren dice che non ci sono rischi particolari per i vertici del gruppo.

"Abbiamo bisogno di mettere in campo un processo che superi la frammentazione nel settore dei pubblici servizi, lavorando alle riaggregazioni su base regionale, interregionale e anche su base nazionale per avere dei soggetti importanti nel campo dei servizi pubblici di dimensione adeguata", ha spiegato il politico del Pd a margine del workshop Ambrosetti.

Quanto all'ipotesi di aggregare Iren e A2A, Fassino dice: "Penso che una collaborazione fra le grandi multiutility possa essere utile. Più volte se n'è parlato. Le modalità concrete di questa cooperazione le devono decidere i manager delle società, ma penso che bisogna lavorare per favorire processi di riaggregazione che consentano all'Italia di avere player a livello nazionale e internazionale".

Secondo Fassino, che è anche presidente dell'Anci, "stiamo lavorando a espandere l'attività della società. La semestrale ha dato buoni risultati: si apre una fase, in relazione agli orientamenti del governo, in cui è possibile anche per Iren realizzare acquisizioni di altre società, espandendo la propria attività sia sul fronte dei servizi sia nella dimensione territoriale".

Infine, un cenno ai problemi di governance di Iren, la multiutility controllata dai comuni di Torino, Genova e Reggio Emilia. Secondo alcune fonti, gli azionisti avrebbero messo in discussione il ruolo dell'attuale AD, Nicola De Sanctis, perché troppo freddo nel portare avanti l'integrazione delle varie aree della società e starebbero cercando un nuovo numero uno. "E' un problema che riguarda il Cda, non credo che ci siano molti rischi. Come sempre c'è da valutare il rapporto fra obiettivi e risultati, ma mi pare che fino a oggi non ci siano particolari problemi".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia