October 3, 2014 / 10:59 AM / 3 years ago

Monetario, tassi bassi, visti in equilibrio fino a fine mese

4 IN. DI LETTURA

MILANO, 3 ottobre (Reuters) - Sorpassato lo scavalco del trimestre, e archiviate le normali tensioni sui tassi associate a tale scadenza, il mercato monetario vede ora davanti a sé un periodo di tassi stabili, appena sopra lo zero, che dovrebbe protrarsi fino ai prossimi riversamenti fiscali, nella parte finale del mese.

Attorno alle 12,30 italiane su General Collateral Italia l'overnight scambia allo 0,030%, il tom/next allo 0,15% e lo spot/next allo 0,10%.

Nei giorni scorsi, sullo scavalco i tassi a brevissimo si erano portati fino ad area 0,20%.

"Il rialzo è stato complessivamente circoscritto e ora il brevissimo si è riattestato sui livelli diciamo fisiologici rispetto alla liquidità attuale" afferma il tesoriere di un istituto milanese, indicando un eccesso di fondi nel sistema di circa 153 miliardi di euro. "Credo che la situazione dei tassi rimarrà sostanzialmente immutata almeno fino ai riversamenti fiscali".

La finestra dei riversamenti di questo mese si colloca tra il 20 e il 23 ottobre, con uscite stimate dalle tesorerie intorno ai 23 miliardi.

Nell'operazione di finanziamento settimanale di martedì scorso la Bce ha assegnato fondi per circa 89 miliardi di euro, pressapoco la cifra in rientro dalla settimana precedente (90,3 miliardi).

Prospettive Stabili Su liquidità

Oggi invece la Bce ha reso noto che la settimana prossima rientreranno fondi a lungo termine dalle banche per complessivi 2,288 miliardi : la cifra è inferiore rispetto a quelle delle settimane precedenti (in particolare di due settimane fa, in concomitanza con il lancio del primo dei due nuovi finanziamenti Tltro) ma ad ogni modo - con i numeri di oggi - i fondi rientrati salgono a oltre 396 miliardi sui 489 collocati nel p/t a 3 anni del dicembre 2011 e oltre 312 sui 529 assegnati in quello del febbraio 2012.

"Le valutazioni sulla liquidità non cambiano, restano buone" prosegue il tesoriere. "Il periodo di transizione dagli Ltro ai Tltro, in cui le banche alleggeriscono l'esposizione ai vecchi finanziamenti per partecipare ai nuovi, si sta svolgendo con un saldo più o meno invariato della liquidità, anzi, se mai in leggero aumento".

Nel primo Tltro, svolto a metà settembre, la Bce ha assegnato fondi per 82,6 miliardi di euro, il 28% circa dei quali è andato alle banche italiane . Il secondo Tltro si terrà a dicembre: le attese degli operatori, raccolte in un sondaggio Reuters, sono per richieste nell'ordine di 175 miliardi, cui - sempre secondo le attese - potrebbero aggiungersi circa 300 miliardi di acquisti di covered bond e Abs in due anni.

Su questo fronte la Bce ha indicato l'obiettivo di riportare il proprio bilancio nuovamente verso i livelli del 2012, cosa che equivarrebbe ad un incremento di 1.000 miliardi, ovvero il 50%, rispetto ai livelli attuali".

"Anche considerando le riaperture dei Tltro mi sembra difficile che con le operazioni messe in campo ci si possa avvicinare a quei 1.000 miliardi" conclude il tesoriere.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below