PUNTO 1-UniCredit, bene Draghi, ora palla a governi e imprese - Ghizzoni

venerdì 5 settembre 2014 12:44
 

(Aggiunge altre dichiarazioni)

MILANO, 5 settembre (Reuters) - L'AD di UniCredit Federico Ghizzoni apprezza le decisioni annunciate ieri dal presidente della Bce Mario Draghi e sottolinea che ora è il momento di agire per governi e imprese.

"Le decisioni di Draghi sono molto importanti, vanno nella direzione giusta, è quello che il mercato voleva ma non si aspettava", ha dichiarato il manager a margine di un convegno a Milano parlando di "passo avanti importante e grande messaggio al mercato".

La Bce ha nuovamente e a sorpresa tagliato il costo del denaro e ha annunciato in anticipo sulle attese un piano per l'acquisto di Abs e covered bond.

"Adesso la palla passa ai governi perché le riforme sono necessarie e non può essere solo l'intervento della Bce a favorire la crescita", ha aggiunto Ghizzoni.

Anche le ipotesi di nuove misure come il 'quantitative easing', ha proseguito il manager rispondendo alle domande dei cronisti, "saranno esaminate dalla Bce solo se necessario e solo se le riforme da parte dei governi saranno state fatte". Quindi la responsabilità è ancora dei governi, ha sottolineato.

Ghizzoni ha quindi respinto le critiche di chi vede negli interventi della Bce un aiuto alle banche e non all'economia e ha messo in luce che "non è facile trovare imprenditori che ci chiedono di finanziare investimenti industriali (...), che sono quelli che creano crescita".

"Il tema principale è quello: la domanda deve essere più qualificata", ha proseguito. "E' da luglio che stiamo facendo attività di pre-marketing per assegnare il T-Ltro (la liquidità straordinaria fornita dalla Bce alle banche vincolata alla concessione di credito alle imprese). Speriamo di usarlo tutto".

Secondo l'AD "bisognerebbe chiedere agli imprenditori perché non sono così attivi. C'è probabilmente un problema di fiducia nel futuro del paese. Mi piacerebbe molto fare un patto di collaborazione con gli imprenditori: portate investimenti da finanziare e noi li finanziamo".   Continua...