BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in leggero calo, occhi su Ucraina, Bce

giovedì 4 settembre 2014 08:41
 

INDICE                        ORE  8,35    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                        514,76    -0,13       468,16
 TOKYO                         15.676,18    -0,33    16.291,31
 HONG KONG                     25.278,96    -0,15    22.656,92
 SINGAPORE                      3.340,21    -0,26     3.167,43
 TAIWAN                         9.428,89    -0,23     8.611,51
 SEUL                           2.056,26     0,25     2.011,34
 SHANGHAI COMP                  2.304,13     0,68     2.115,98
 SYDNEY                         5.631,30    -0,44     5.352,21
 MUMBAI                        27.021,84    -0,44    21.170,68
   
    4 settembre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono in leggero
calo oggi nel clima di cautela che precede la riunione della Bce e di speranza
per il cessate il fuoco in Ucraina.
    L'apertura delle borse europee è attesa in lieve calo, con gli investitori
in attesa di vedere se l'istituto di Francoforte adotterà nuove immediate misure
di stimolo per combattere la deflazione. 
    Ieri i mercati globali sono stati protagonisti di un rally sulle parole del
presidente russo Vladimir Putin che, dopo aver parlato con il presidente ucraino
 Petro Poroshenko, si è detto fiducioso nella possibilità di un accordo tra Kiev
e i separatisti filorussi nei colloqui di domani a Minsk.
    Ma gli scontri sono continuati. E mentre Poroshenko ha espresso un certo
ottimismo dopo la conversazione con Putin, il primo ministro ucraino Arseny
Yatseniuk ha definito il piano un "inganno".
    L'indice Msci dell'area Asia-Pacifico, che non comprende
Tokyo, intorno alle 8,35 perde lo 0,13% a 514,76 punti.
    L'indice Nikkei ha chiuso in calo dello 0,33% a 15.676,18 punti.    
    SHANGHAI sale per la quinta seduta consecutiva, spinta dal settore
immobiliare dopo che Reuters ha scritto che Pechino sta allargando le maglie
delle regole finanziarie per le società immobiliari quotate.
    "Questa notizia ha sostenuto i titoli immobiliari. Ma, nel lungo termine, il
settore non sarà così forte come in passato", ha commentato Du Changchun di
Northeast Securities a Shanghai.
    Arretra invece HONG KONG dopo il rally di ieri. Prada perde
circa lo 0,82%.
    SEUL ha chiuso in leggero rialzo, mentre TAIWAN ha concluso
la seduta in territorio negativo.
    Indici in calo a MUMBAI sulle prese di profitto dopo i recenti
massimi.
    SYDNEY ha concluso in territorio negativo una seduta con volumi
bassi complice la debolezza dei titoli minerari e bancari.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia