September 1, 2014 / 4:08 PM / 3 years ago

PUNTO 2-Luxottica, esce Ad Guerra, nuovo vertice allargato

6 IN. DI LETTURA

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 1 settembre (Reuters) - Dopo giorni di indiscrezioni è stato ufficializzato l'addio di Andrea Guerra dalla guida di Luxottica, che ha scelto un nuovo assetto di vertice allargato con due amministratori delegati.

Uno dei co-Ad sarà l'attuale direttore generale e Cfo Enrico Cavatorta, cui andranno le funzioni Corporate, si legge in una nota della società diffusa al termine del Cda che ha sancito l'uscita di Guerra dopo dieci anni.

Cavatorta assume pro tempore anche l'altro pacchetto di funzioni, relative ai Mercati, in attesa della nomina del secondo amministratore delegato, che arriverà dall'esterno. In conferenza stampa Cavatorta ha detto di aspettarsi che il nome venga definito "entro settimane, non mesi" con l'auspicio di averlo in azienda "entro fine anno".

Il vertice si completa con l'area Operations, guidata da Massimo Vian, che riporterà temporaneamente al presidente e azionista di maggioranza Leonardo Del Vecchio.

Per favorire un'efficace gestione del gruppo in questa nuova fase verrà costituito un Comitato Direttivo guidato da Del Vecchio e di cui faranno parte anche i due Ad.

Il comitato, ha spiegato Cavatorta, servirà ad "agevolare il coordinamento" e il presidente avrà il ruolo di "garante di ultima istanza" nel caso di un eventuale conflitto di opinioni tra i due Ad. Uno degli inconvenienti del modello con due Ceo, ha infatti evidenziato, può essere quello di un "disaccordo profondo": in questo caso la figura del presidente serve a "evitare che questo disaccordo paralizzi l'azienda".

"L'evoluzione verso un 'co-Ceo model' con responsabilità distribuite, distinte ma complementari, garantirà una migliore governance del gruppo che negli ultimi anni ha notevolmente aumentato la propria dimensione, complessità e presenza globale" sottolinea la nota.

"Con Guerra abbiamo fatto dieci anni, ne faremo altri dieci con il triumvirato", ha commentato Del Vecchio parlando con i giornalisti.

Cavatorta Rassicura Su Continuita' Strategia

Guerra lascia il gruppo di occhialeria "a conclusione di una fase di confronto sulle future strategie e sull'assetto organizzativo" con Del Vecchio, recita il comunicato.

"È una persona che io rispetto e ho apprezzato quello che ha fatto. Purtroppo si sono divisi i progetti futuri, io avevo dei progetti, lui ne aveva altri. Non abbiamo condiviso gli stessi obiettivi, per cui senza litigare c'è stata consensualità", ha detto Del Vecchio.

La strategia del gruppo, ha comunque assicurato Cavatorta in conferenza stampa, non cambia.

"La strategia di Luxottica rimane la stessa, di crescere e consolidare la propria leadership dove ci sono le opportunità per farlo, nei mercati emegenti soprattutto, continueremo ad aprire negozi, filiali commerciali e mantenere il portafoglio marchi. Vogliamo assicurare un corretto bilanciamento tra crescita e redditività, garantire un'adeguata creazione di valore per i nostri azionisti".

L'obiettivo del piano triennale che indica per fine 2016 "un'ambizione" di un fatturato di 10 miliardi rimane valido, ha aggiunto, spiegando che la pianificazione triennale viene fatta 'rolling' ogni anno e che quindi quella relativa al periodo 2015-18 verrà impostata a primavera, "con il secondo Ad in carica".

Quanto a eventuali acquisizioni, "c'è continuità con le scelte del passato, cerchiamo una crescita sia organica sia attraverso possibili operazioni di M&A, siamo sempre pronti a valutarle ma solo al giusto prezzo e se consentono sinergie e hanno valenza industriale", ha affermato Cavatorta.

"L'azienda continuerà ad essere quello che è sempre stata, speriamo in una crescita solida di almeno il 7% l'anno", ha assicurato anche Del Vecchio. Sotto la guida di Guerra il fatturato del gruppo è più che raddoppiato a 7,3 miliardi di euro.

A Guerra Tra Buonuscita E Vendita Azioni Circa 45 Milioni

A Guerra - uno dei manager italiani più apprezzati in questi anni e sul cui prossimo impiego molto si è specultato - andranno 10 milioni di euro oltre le competenze di fine rapporto, a fronte della risoluzione "consensuale" del rapporto di lavoro, riferisce un secondo comunicato di Luxottica.

Al manager andranno inoltre poco meno di 600.000 euro connessi alla rinuncia ad ogni domanda o diritto relativo al suo precedente ruolo, e 800.000 euro a fronte di un patto di non concorrenza della durata di 24 mesi.

L'ex Ad manterrà inoltre i diritti sul piano azionario, ma è stata contestualmente concordata la vendita delle 813.500 azioni Luxottica possedute da Guerra, derivanti da piani di stock option, all'azionista di riferimento al prezzo di 41,50 euro ciascuna, per un totale di oltre 33,5 milioni.

Secondo quanto riferito nei giorni scorsi da persone vicine alla vicenda sarebbero state varie le ragioni che hanno portano al divorzio tra Guerra e Luxottica.

In particolare le divergenze si sarebbero acuite negli ultimi mesi e avrebbero riguardato tra l'altro alcune piccole acquisizioni nel settore retail europeo realizzate da Guerra e un'ipotesi di fusione con la francese Essilor, che avrebbe comportato una forte diluizione della quota di Del Vecchio. Quest'ultima operazione "è stata studiata ma si è concluso che non ci fossero le giuste condizioni", ha detto oggi Cavatorta agli analisti.

Non ultimo, tra i motivi di frizione, il fatto che il manager sarebbe stato tentato dall'offerta di un ministero da parte di Renzi e non avrebbe immediatamente chiarito le proprie intenzioni.

"Guerra non ha preteso niente di più di quello che gli spettava da contratto, è stato molto elegante", ha commentato Del Vecchio.

(Sabina Suzzi, Valentina Za)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below