PUNTO 1-Telefonica non intende restare azionista Telecom Italia dopo acquisto Gvt

lunedì 1 settembre 2014 14:03
 

(Aggiunge contesto)

SANTANDER, 1 settembre (Reuters) - Il presidente di Telefonica Cesar Alierta dice che il gruppo spagnolo non intende restare socio di Telecom Italia dopo l'acquisizione di GVT da Vivendi.

Vivendi, la scorsa settimana, ha scelto l'offerta finanziariamente più interessante per la controllata brasiliana e ha deciso di proseguire negoziati in esclusiva con Telefonica, respingendo di fatto la proposta di Telecom.

Alle 14, dopo la dichiarazione di Alierta, il titolo Telecom Italia cede l'1,5%, poco sopra i minimi di seduta.

L'azionista di riferimento del gruppo, con il 22,4% del capitale, è la holding Telco, controllata da Telefonica, Intesa Sanpaolo, Mediobanca e Generali.

I soci hanno però disdetto il patto e la holding è destinata sciogliersi a breve.

Il gruppo spagnolo diventerà quindi il primo azionista del gruppo, con poco meno del 15% del capitale.

Ha però offerto a Vivendi l'opzione per acquistare l'8,3% di Telecom Italia, nell'ambito dell'accordo su GVT, opzione che il gruppo francese ha giudicato attraente.

Ha inoltre in essere un prestito convertendo, e quindi l'obbligo di vendere a termine una partecipazione fino al 9% del capitale di Telecom Italia, ma con clausole di riacquisto del bond anche per qualunque "ragione che non consenta il traferimento delle azioni Telecom Italia", dice la nota Telefonica di inizio agosto. Il bond scade a luglio 2017.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia